Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Video
Rinvaso bonsai caducifoglio - prima parte

http://giardinaggioweb.net/videos
QUI LA SECONDA PARTE: http://youtu.be/tyIUn6IayMA

Il rinvaso dei bonsai caducifogli va effettuato ogni 3/4 anni per lavorare sul pane radicale. Il periodo migliore è quello primaverile, quando le gemme cominciano a ingrossarsi. Il rinvaso è importante per controllare lo stato delle radici, che andranno ridimensionate e direzionate. Vediamo passo dopo passo come procedere: ricordatevi di utilizzare sempre attrezzi puliti e sterilizzati per evitare malattie al vostro bonsai.

La prima operazione da fare nel rinvaso è ovviamente quello di estrarre la pianta dal vaso: con un attrezzo aiutatevi nel staccarla, senza paura di recidere alcune radici. Operate delicatamente ma con decisione.

Una volta svasata, andrà pulita: iniziate rimuovendo la morchia superficiale, ovvero la parte muschiosa che ricopre il nibari. Fatto questo, aprite il pane radicale, tirando le radici in fuori in tutta la loro lunghezza. Nel corso degli anni avranno occupato gran parte dello spazio crescendo in ogni direzione: uno degli scopi principali del rinvaso del bonsai è proprio quello di recidere ciò che non serve a far sì che la dimensione rimanga la stessa. Aiutandovi con un attrezzo uncinato, allungate quindi le radici: poi tagliatele (con una forbice pulita e disinfettata) fino a lasciare uno spessore decisamente basso del pane radicale.

Continua su:
http://bit.ly/rinvaso_bonsai_caducifoglio
CRESCIAMO INSIEME