Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
il fiore
Gi
Dal Sud Africa al balcone: 5 specie da coltivare in vaso
Inviato da Redazione GI il 08-02-2011 20:18
Agapanto_0

Gerbera: i grandi fiori a margherita offrono una varietà di colori (giallo, bianco, rosa, arancio e rosso) e sono molto utilizzati nelle composizioni floreali per la buona durata. Come esemplare in vaso si può collocare all’esterno d’estate, al sole, innaffiandola e concimandola regolarmente; d’inverno richiede ambienti non riscaldati ma protetti dal gelo e ad alta luminosità.

Fresia: prende il nome da Friedrich Heinrich Freese (1795–1876), studioso tedesco di piante Sud Africane. Apprezzata per la bellezza e l’intenso profumo, nel linguaggio dei fiori rappresenta l'amore platonico. È uno dei fiori recisi più commercializzati, con corolle campanulate di colore bianco, giallo, rosa, rosso, arancio, azzurro e lilla.

Strelitzia: Strelitzia reginae è originaria del Sud Africa; è nota per gli inconfondibili fiori dalla forma a becco di airone, portati alla sommità di steli alti come le foglie (fino a 2 m). Se il ritiro in serra è possibile, o nei climi miti, è facile da coltivare; il lento accrescimento la rende adatta anche in interni. Richiede ambienti caldi e soleggiati, con leggero ombreggiamento nei periodi più afosi, terreno fertile e annaffiature regolari, con concimazioni ogni 2 settimane nella bella stagione e mensilmente d'inverno.

Agapanthus: genere di Sud Africane perenni, semirustiche, con radici tuberose. Le foglie sono nastriformi e i fiori, a forma di imbuto allungato, sono riuniti in ombrelle semisferiche sorrette da un lungo stelo. Come molte bulbose Sud Africane, si coltivano in quasi tutti i tipi di terreno fertile e soleggiato; d’inverno si coprono con una spessa pacciamatura di torba o sabbia.

Clivia: il nome trae origine dal naturalista Lindley che la dedicò a Lady Clive, duchessa del Northumberland. Il ‘giglio Sud Africano’, con fiori arancio, è ottima pianta da interni, anche per la tolleranza alla bassa luminosità, ma viene utilizzata anche all'aperto nelle zone a clima invernale mite. Ama le zone di ombra luminosa e i terreni umidi e torbosi con frequenti irrigazioni. Preferisce vasi non molto più grandi della massa radicale, e si rinvasa ogni tre anni circa, dividendo al contempo le radici rizomatose con un germoglio alla base.

(tratto da “I tesori colorati del Sud africa, di Luisa Ferrari, Giardinaggio, gennaio-febbraio 2011)

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA