Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
piante da giardino
People
Le bulbose a fioritura primaverile
Inviato da supervisore il 12-09-2017 12:23
Pot-316096_1280_web_46db363f

Piantando ora i bulbi che fioriscono in primavera si ottengono fioriture bellissime con poche cure, perfette per il giardinaggio ecosostenibile. Un tripudio di colori che comparirà con i primi soli tiepidi dopo l'inverno.

COME PIANTARE LE BULBOSE A FIORITURA PRIMAVERILE

La regola generale dice di piantare i bulbi a una profondità doppia rispetto al loro diametro: un tulipano di 5 cm di diametro, quindi, andrà piantato a circa 10 cm di profondità. La regola è meno imperativa per i bulbi estivi, che accettano di essere piantati un po’ più superficialmente.

Utilizzate un substrato leggero e ponete sul fondo uno strato di argilla espansa: i ristagni d’acqua favoriscono le malattie fungine, cui i bulbi sono sensibili. All’interno di un contenitore, non è necessario rispettare le distanze d’impianto indicate sulle confezioni: anzi, se piantate i bulbi più vicini otterrete una densa fioritura. Le distanze sono invece importanti per le aiuole formali nelle quali le bulbose devono risultare ben allineate.

La posizione deve essere soleggiata per la maggior parte dei bulbi; esistono però specie adatte all’ombra.

Se avete scelto una ciotola circolare, piantate i bulbi più grandi al centro e i successivi in cerchi concentrici verso l’esterno. Se invece avete scelto una o più cassette addossate al muro del balcone, disponete i bulbi più grossi verso la parete e gli altri a scalare in modo che i più piccoli siano posizionati verso la veduta del vaso.

Se il vostro spazio è ridotto, optate per un allestimento che fiorisca nello stesso periodo (soltanto bulbi precoci, o medi o tardivi), in modo da eliminare il vaso una volta terminata la spettacolare fioritura.

LE BULBOSE: PERFETTE PER IL TERRAZZO E IL BALCONE

Tutte le bulbose a fioritura primaverile fioriscono bene anche in vaso. La piantagione va fatta in terriccio universale mescolato con sabbia per renderlo leggero; indispensabile, sul fondo del contenitore, uno strato di palline d'argilla espansa per raccogliere l'acqua in eccesso.

La piantagione va effettuata in autunno; per ottenere una fioritura anticipata in casa si utilizzano i bulbi appositamente preparati per la forzatura (hanno subito una refrigerazione che li rende pronti per emettere i germogli, come se fosse già passato l'inverno). In alternativa si utilizzano i bulbi normali e si lasciano i vasi all'aperto e al sole, con irrigazioni solo se l'inverno è mite, soleggiato e asciutto.

I bulbi in vaso si possono lasciare a dimora, in un angolo riparato: quando ricomincia la stagione, si estraggono e si puliscono, per poi rimetterli nei vasi dopo aver rinnovato il terriccio. Se però volete riutilizzare la cassetta, estraete i bulbi, lasciateli asciugare e conservateli in sacchetti di carta in luogo fresco, buio e ben aerato fino alla prossima stagione.

(A cura di Lorena Lombroso - Pubblicato su Giardinaggio 9/2012)