Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
gli ortaggi
People
Origini della zucchina
Inviato da axtras il 09-05-2016 18:41
Gad-zukes_c12c8baf

Una parte degli ortaggi che portiamo comunemente in tavola era sconosciuta in Europa prima del 1492. Guardati inizialmente con molto sospetto, ora non ne potremmo più fare a meno…

ZUCCHE E ZUCCHINE IN ORIGINE SOLO PER I MAIALI

Al tempo dei Romani esisteva in Italia solo la zucchetta (Lagenaria vulgaris), piccolina ma indispensabile come fiaschetta per il vino. Bisogna attendere la scoperta dell'America per fare la conoscenza con la cugina "obesa": Cucurbita maxima e C. moschata ci sono giunte nel XVI secolo dal Messico, dove gli Aztechi le coltivavano, in numerose varietà, già 3000 anni fa, in triade con mais e fagioli.

La diffidenza verso questi grossi frutti e lo scarso impegno nella coltivazione la resero alimento ideale per i maiali… Furono le popolazioni contadine a scoprirla come cibo per umani: nel loro ristretto menù invernale i panciuti frutti trovarono presto posto, senza trascurare i semi, tostati o arrostiti con o senza aggiunta di sale…

Anche lo zucchino (C. pepo) viene dal Messico, dove veniva coltivato 7000 anni fa. Portato in Europa nel ’500, è l’emblema del “cibo per maiali”: considerato insapore e acquoso, apparve sulle tavole italiane solo alla metà dell’800 (nonostante già nel ’700 lo coltivassero i Gonzaga), e addirittura all’inizio e alla metà del ’900 rispettivamente in Francia e in Gran Bretagna… Non meraviglia quindi che siano stati gli emigranti italiani nelle zone settentrionali degli Stati Uniti a portarsi dietro i semi di zucchino, diffondendo l’ortaggio al punto che nella lingua Yankee si chiama proprio “zucchini”.

(A cura di Elena Tibiletti - Pubblicato su Giardinaggio 5/2014)

CRESCIAMO INSIEME