Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
il fiore
Gi
I fiori verdi: delle misteriose eccezioni per rendere speciale il nostro giardino
Inviato da Redazione GI il 04-02-2011 17:13
Fiori_verdi

Le specie che producono infiorescenze verdi sono una minoranza, ma possono offrire un valido e insolito contributo in giardino. Mentre non si può negare che alcune vengano coltivate solo come “curiosità”, altre sono veramente ornamentali e offrono un’alternativa interessante e raffinata a colori più comuni.

Vista l’affinità cromatica con molti tipi di fogliame, è essenziale che i fiori verdi vengano sempre posizionati in modo da non essere assorbiti visivamente dallo sfondo, ma siano messi in risalto da tonalità contrastanti.

Nonostante l’alone di mistero che sembra avvolgerle, le piante a fiore verde provengono da tutte le categorie comunemente utilizzate in giardino: alberi, arbusti, erbacee, annuali, biennali e anche bulbose, e possono quindi rappresentare un contributo costante nell’arco dell’anno. Se volete sperimentarne l’effetto per la prima volta, magari mescolate ad altre fioriture colorate nelle bordure, potete optare semplicemente per le specie annuali, come Amaranthus caudatus “Viridis”, pianta di grandi dimensioni con bel fogliame ampio per posizioni soleggiate ma non troppo asciutte, la cui spiga ricadente in verde cinerino costituisce un insolito punto focale tra annuali tappezzanti di media altezza, oppure uno sfondo interessante a fiori dal colore più intenso. Al contrario, i calici verde vivo su lunghi steli sottili e arcuati rendono Nicotiana langsdorffii una presenza sofisticata ma molto decorativa per tutta l’estate, utile per addolcire con la sua delicata filigrana l’impatto di fiori dalla corolla grande, come dalie, zinnie, cosmos, gladioli. Per la parte anteriore della bordura, in piccole aiuole e in contenitore, anche mescolate ad altre specie annuali, molto graziose le campanelle verdi di Nicotiana “Lime Green” o “Domino Lime”, ibridi a sviluppo compatto che replicano in versione ridotta le fattezze di Nicotiana affinis, il comune tabacco da fiore. Talvolta reperibili nei centri di giardinaggio in tarda primavera, tutte le Nicotiana si possono crescere facilmente seminandole a febbraio e trapiantando gradualmente le piantine fino al momento dell’impianto all’aperto, in aprile-maggio a seconda delle condizioni atmosferiche locali. Sempre di dimensioni contenute, Zinnia elegans “Envy” e la forma doppia “Envy Double” sono ibridi di recente introduzione, con fiori singoli e doppi di un bel verde luminoso che attira l’attenzione. Si accompagna a fiori più minuti in colori decisi, come tagete, calendula, margherite o zinnie a fiore semplice.

Le specie che producono infiorescenze verdi sono una minoranza, ma possono offrire un valido e insolito contributo in giardino. Mentre non si può negare che alcune vengano coltivate solo come “curiosità”, altre sono veramente ornamentali e offrono un’alternativa interessante e raffinata a colori più comuni.

Vista l’affinità cromatica con molti tipi di fogliame, è essenziale che i fiori verdi vengano sempre posizionati in modo da non essere assorbiti visivamente dallo sfondo, ma siano messi in risalto da tonalità contrastanti.

Nonostante l’alone di mistero che sembra avvolgerle, le piante a fiore verde provengono da tutte le categorie comunemente utilizzate in giardino: alberi, arbusti, erbacee, annuali, biennali e anche bulbose, e possono quindi rappresentare un contributo costante nell’arco dell’anno. Se volete sperimentarne l’effetto per la prima volta, magari mescolate ad altre fioriture colorate nelle bordure, potete optare semplicemente per le specie annuali, come Amaranthus caudatus “Viridis”, pianta di grandi dimensioni con bel fogliame ampio per posizioni soleggiate ma non troppo asciutte, la cui spiga ricadente in verde cinerino costituisce un insolito punto focale tra annuali tappezzanti di media altezza, oppure uno sfondo interessante a fiori dal colore più intenso. Al contrario, i calici verde vivo su lunghi steli sottili e arcuati rendono Nicotiana langsdorffii una presenza sofisticata ma molto decorativa per tutta l’estate, utile per addolcire con la sua delicata filigrana l’impatto di fiori dalla corolla grande, come dalie, zinnie, cosmos, gladioli. Per la parte anteriore della bordura, in piccole aiuole e in contenitore, anche mescolate ad altre specie annuali, molto graziose le campanelle verdi di Nicotiana “Lime Green” o “Domino Lime”, ibridi a sviluppo compatto che replicano in versione ridotta le fattezze di Nicotiana affinis, il comune tabacco da fiore. Talvolta reperibili nei centri di giardinaggio in tarda primavera, tutte le Nicotiana si possono crescere facilmente seminandole a febbraio e trapiantando gradualmente le piantine fino al momento dell’impianto all’aperto, in aprile-maggio a seconda delle condizioni atmosferiche locali. Sempre di dimensioni contenute, Zinnia elegans “Envy” e la forma doppia “Envy Double” sono ibridi di recente introduzione, con fiori singoli e doppi di un bel verde luminoso che attira l’attenzione. Si accompagna a fiori più minuti in colori decisi, come tagete, calendula, margherite o zinnie a fiore semplice.

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA