Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
il fiore
People
Mesembriantemo, la margherita del Sud Africa
Inviato da Silviab il 21-07-2016 10:22
Mesembriantemo_2d7b165d

Amato per i fiori belli e sgargianti, molto diffuso, facilissimo da coltivare, veloce nella crescita e assai fiorifero e scenografico, il mesembriantemo (Mesembryanthemum o Lampranthus) appartiene alla famiglia delle Aizoacee e proviene dal Sud Africa.

È una pianta succulenta perenne, di bassa statura (al massimo 30 cm d’altezza), che forma cespuglietti compatti, dotata di fusti tappezzanti e foglie aghiformi di color verde-grigio. La fioritura presenta una massa di margherite vivacemente colorate, generalmente rosa brillante, ma anche gialle o arancio, da maggio a ottobre, che durano una settimana e si aprono nelle mattine soleggiate per chiudersi quando cala il sole. Molto utilizzata nel giardino roccioso, su scarpate pietrose o alla sommità di muretti, si coltiva con successo anche in vasi e fioriere, dove vegeta egregiamente sfidando le estati più torride e siccitose.

COME COLTIVARLE

Richiede posizioni luminose in pieno sole per fiorire generosamente. Resistentissima al caldo, è invece sensibile al freddo: nel Nord si può coltivare all’aperto solo in primavera-estate, per poi ricoverarla in veranda o in appartamento in ottobre, dal momento che non tollera temperature inferiori a 10 °C. Esige poche irrigazioni, di moderata entità e concentrate in primavera ed estate, solo quando il terriccio si è ben asciugato. In autunno e inverno non richiede annaffiature. Da aprile all’autunno si somministra fertilizzante, a intervalli di 20 giorni, diluendo nell'acqua di irrigazione concimi liquidi ternari o prodotti specifici per piante grasse. Ricordate di eliminare regolarmente i fiori appassiti per favorire una continua produzione di boccioli.

RINVASO

Adatto a vasi e ciotole basse, il mesembriantemo va rinvasato annualmente, aumentando gradualmente il diametro del vaso, fino a 18 cm. Il terriccio migliore è quello specifico per piante grasse, arricchito da una manciata di buona terra fertile. È fondamentale assicurare un ottimo drenaggio, stendendo sul fondo uno strato di ghiaia o argilla espansa.

NOTE E CURIOSITA' - CURE

Il suo nome significa "fiore che si apre a mezzogiorno". Deriva dal greco: mesembria (mezzogiorno) e anthemis (fiore). I fiori, infatti, si aprono solo quando la luce solare è molto intensa. Le foglie sono carnose, aghiformi e coperte di un rivestimento particolare: tutto per rendere minima l'evaporazione dell'acqua e resistere meglio alla siccità.

• La pianta fiorisce poco? Posizione troppo poco luminosa; spostare in pieno sole.

• La pianta presenta marcescenze? Troppa umidità; ristagno idrico. Trattate con un anticrittogamico; fate asciugare benissimo il terreno.

• Insetti neri? Afidi, che impediscono lo sviluppo dei fiori. Trattare con un prodotto biologico contro i parassiti. Ogni anno, a fine inverno si consiglia un trattamento insetticida ad ampio spettro, per prevenire l'attacco di afidi e cocciniglie.

• La pianta sviluppa un fungo? Fate attenzione al clima primaverile, caratterizzato da piogge frequenti e sbalzo termico tra giorno e notte. Trattate con fungicida, prima che le gemme ingrossino.

RICORDATE CHE...

• ...oltre che soleggiata, la posizione in cui collocare i mesembriantemi deve essere calda e riparata tanto dalla pioggia quanto dalle correnti d'aria.

• ...se utilizzate comune terriccio universale, mescolatelo con abbondante sabbia per renderlo più leggero e drenato.

• ...il mesembriantemo può essere moltiplicato per semina diretta nei vasi, in marzo-aprile.

DA ABBINARE A...

• Il mesembriantemi si abbinano molto bene con altre succulente a fogliame aghiforme, che amano particolarmente le posizioni soleggiate e non temono la siccità: come Doroteanthus e Delosperma, anche nello stesso vaso se è grande. Si possono creare bei mix con numerose piccole piante tappezzanti utilizzate di solito nel giardino roccioso.

• Si possono ottenere delle belle macchie di fiori, senza impegnarsi troppo ad annaffiare, abbinando i mesembriantemi alla Portulaca, una pianta annuale, succulenta, che fiorisce in abbondanza.

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE