Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
progettazione giardini
People
Pergole e pareti verdi per terrazzi
Inviato da Silviab il 26-06-2016 15:27
Terrazzo_verde_b571594b

Se il terrazzo deve essere un ambiente confortevole da vivere nel corso delle stagioni, è indispensabile progettare zone protette.

Mettete a punto il progetto, per far sì che lo spazio diventi più accogliente e riservato; possono servire grigliati o schermature frangivento, pergole o gazebi, muri vegetali. Gli schermi e i grigliati sono indispensabili per garantire la privacy e riparare dagli sguardi, ma anche per proteggere il terrazzo se è troppo esposto al vento, o ancora per celare alla vista un panorama urbano piuttosto sconfortante.

Una pergola o un gazebo servono per ombreggiare un’area, rendendo lo spazio vivibile anche nelle ore più assolate e creando una zona raccolta e molto gradevole, se le strutture vengono rivestite di verde e di fiori. Non trascurate anche il rivestimento delle pareti con vegetali, sistema esteticamente valido per dissimulare un muro incombente e anonimo o per articolare lo spazio in ambienti diversi.

Tra le strutture frangivento, canne di bambù o cannicciati rappresentano la soluzione più comune, perché naturale e durevole. Il sistema più efficace è però offerto dalle strutture in legno, con i travetti paralleli e obliqui verso l’interno della terrazza, in modo da deviare la direzione del vento. Questo sistema ha solo l’inconveniente di essere fisso o scomodo da rimuovere.

Le piante possono fornire un ottimo riparo, scegliendo specie sempreverdi resistenti ai venti e, nei litorali, alla salsedine. La barriera verde in terrazzo, in grandi vasche profonde non deve essere impenetrabile dal vento, che la scavalcherebbe creando turbini nella zona sottovento, bensì filtrarlo per ridurne la velocità: le latifoglie sono migliori delle conifere grazie alla chioma più leggera.

 

(Tratto da "Saper fare" - Pubblicato su Giardinaggio 6/2012)

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA