Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
piante da giardino
People
Mare: la cesalpinia
Inviato da Silviab il 19-06-2017 17:03
Cesalpinia_6191be0e

La cesalpinia (Caesalpinia gilliesii), originaria di Argentina e Uruguay, è un arbusto o piccolo (massimo 4 m d’altezza) albero dal portamento leggero e aperto, che tende progressivamente a spogliarsi in basso, con numerosi rami arcuati.

Si fa notare per la vistosa fioritura che incomincia a fine maggio e si protrae sino ad agosto: all’apice dei rami sbocciano infiorescenze a racemo, erette, lunghe fino a 20 cm, formate da corolle papilionacee di 5 petali giallo uovo con 10 stami rosso scarlatto molto lunghi (fino a 8 cm) e sporgenti, in una costruzione quasi rococò. Su di essi si sviluppano le foglie (lunghezza 14 cm) composte da numerosissime foglioline ovali – da buona Leguminosa –, glabre e color verde intenso, caduche in inverno.

Utilizzatela come punto focale al centro di un’aiuola o ai lati dell’ingresso, oppure come cespuglio piantato in almeno 3-4 esemplari a formare una piccola macchia.

In inverno, raramente nel Meridione subisce danni, se è in un punto riparato dai venti, poiché tollera fino a –10 °C. Nel Nord è consigliabile sulle piante giovani (di meno di 5 anni), oltre alla posizione riparata, una pacciamatura alla base e un avvolgimento con 1-2 teli di non tessuto; sulle piante adulte può bastare la pacciamatura. È coltivabile anche in vaso di plastica, del diametro minimo di 50 cm, da ritirare sul pianerottolo o in veranda in zone molto fredde.

Desidera un terreno fertile e ben drenato, con irrigazioni piuttosto frequenti (1-2 volte la settimana) in estate, senza eccedere (lasciate asciugare il terreno fra un turno e l’altro). A partire dal mese di maggio e fino a metà settembre va concimata con un prodotto per arbusti da fiore. 

 

(Tratto da "Saper fare" - Pubblicato su Giardinaggio 6/2014) 

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA