Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
coltivare l'orto
People
Erbe aromatiche a chilometro zero
Inviato da Silviab il 27-03-2017 17:54
103_erbe-aromatiche_web_84cf0140

Coltiviamo le erbe, dai classici aromi mediterranei alle versioni più curiose e più insolite. Ai bordi dell'orto, nelle aiuole del giardino, in vasi e fioriere, ci regaleranno profumi inebrianti, sapori salutari e molta bellezza.

TUTTO IL BUONO DELLE ERBE

Nel giardino o sul terrazzo di casa, non devono mancare i classici aromi da cucina, spesso disponibili in diverse varietà: basilico, aneto, santoreggia, origano, cerfoglio, aglio (annuali) e prezzemolo (biennali) e piante perenni di erba cipollina, alloro, levistico, rosmarino, salvia, timo e timo limone, menta, finocchio.

Grazie agli oli essenziali che contengono, quando le erbe vengono aggiunte ai cibi sprigionano fragranza e sapore esaltandone il sapore naturale. Le loro proprietà sono molte: sono ricche di vitamine e sali minerali, in particolare vitamina C nel prezzemolo, calcio nella salvia, ferro nella menta e nel rosmarino; aiutano la digestione favorendo la produzione di succhi gastrici, stimolando la funzionalità del fegato, contrastando i gonfiori. Sono molto appetitose ma assai poco caloriche: qualche foglia di basilico, un ciuffetto di prezzemolo o qualche rametto di rosmarino non aggiungono più di 5-10 calorie. Insaporiscono ogni tipo di pietanza rendendo i piatti più appetitosi e invitanti, e permettendo di limitare l'uso di sale con evidenti benefici per la salute.

Se amate i classici aromi mediterranei, ma desiderate esplorare varietà inconsuete dalle fragranze insolite, fatevi inebriare dal timo nelle sue varianti agrumate, al limone (Thymus x citriodorus 'Golden King' a foglia gialla e 'Silver Queen' a foglia grigia) e all'arancio (T. 'Fragrantissimus'); il basilico all'anice (Ocymum basilicum 'Horapha'), al limone (O. b. 'Mrs Burns', O. x citriodorum), al sapore speziato ('Cinnamon', color porpora); la salvia profumata di ananas (Salvia elegans o S. rutilans) e di ribes (S. grahamii e S. microphylla var. microphylla); la menta che profuma di banana (Mentha arvensis 'Banana'), con retrogusto di basilico (M. x piperita citrata 'Basil') e addirittura di ‘After Eight’ ('M. x piperita citrata 'Chocolate').

VERSIONI CURIOSE DELLE "SOLITE" ERBE

Le più comuni erbe aromatiche si offrono anche in varietà insolite: timo al limone (Thymus x citriodorus) con foglia variegata, ottimo per insaporire il pesce; il basilico rosso 'Red Rubin', grazioso e intensamente profumato (altre varietà rosse da provare sono 'Purple Ruffles' con foglie increspate molto aromatiche e 'Dark Opal' con foglie viola e sapore speziato); Salvia icterina con foglie variegate, molto profumata, con un accento di fragranza diverso dalla salvia classica.

La perilla o maggiorana giapponese (Perilla frutescens) è una pianta di origini asiatiche, semirustica, dai rami robusti con foglie seghettate molto ornamentali, profondamente dentate, rosso-porpora, che, quando vengono spezzettate, emanano un aroma di spezie. Particolarmente ornamentali le foglie rugose e divise della varietà “Folliis Atropurpureis Laciniata”. Richiede sole e terreno fertile, sta bene anche in vaso. È apprezzata come condimento e per le proprietà antiallergiche, antinfiammatorie e antiossidanti. Dai semi si estraggono oli ricchi di acidi grassi polinsaturi, utili per prevenire le malattie cardiovascolari.

Il basilico greco (Ocymum basilicum minimum) è una varietà nana, dal portamento compatto e dalle minuscole foglie appuntite. Si tratta della varietà di basilico che meglio si adatta ai climi freddi. Facilissima, cresce bene sia in vaso che in piena terra. L'aroma è abbastanza intenso, gradevole, con una nota di chiodi di garofano, ottimo per favorire la digestione.

Salvia elegans 'Tangerine', è una perenne rustica e vigorosa, con foglioline ovali, verde brillante, dal delicato profumo di mandarino che, in cucina, esalta le macedonie di frutta. I fiorellini, estivi, a forma di stretta trombetta, sono di un rosso abbagliante. Sta bene al sole o alla mezz'ombra, in vaso e in piena terra. 

 

(A cura di Simona Pareschi - Pubblicato su Giardinaggio 4/2012)

 

 

 

 

CRESCIAMO INSIEME