Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
curare il giardino
Gi
Bambù: tecniche di coltivazione e usi
Inviato da Redazione GI il 28-08-2017 15:19
Schermata_2015-08-27_a_11.13.50_ad3b6e35

Una graminacea diversa da quelle che conosciamo, insomma un'erba gigante. Oltre alla sua bellezza ornamentale, il bambù è apprezzato anche per gli innumerevoli usi del suo particolarissimo legno. Scopriamo insieme come coltivarlo e utilizzarlo.

Caratteristiche botaniche

Appartiene alla famiglia delle Graminaceae, originario dell’Asia; in Europa non esistono delle specie autoctone di bambù, per quanto la maggior parte si adatti a crescere ottimamente anche nei nostri climi.

L’apparato radicale è rizomatoso e nelle diverse specie presenta modalità di crescita molto differenti: alcune piante hanno le radici che si allontanano molto dal punto di origine, mentre altre presentano uno sviluppo più contenuto.

Il fusto, com’è tipico delle graminacee, possiede internodi cavi e nodi da cui si originano i rami laterali.

Le foglie hanno forma allungata, di colore verde brillante, che in alcune specie possono presentare delle variegature.

In generale sono piante che raggiungono rapidamente la maturità, anche se fioriscono raramente.

Coltivazione

Il bambù tende a preferire climi tropicali umidi anche se numerose specie si adattano bene alle temperature del nostro paese.

La maggior parte dei bambù, in particolare il bambù gigante (Dendrocalamus giganteus), predilige le posizioni assolate, alcune specie tropicali potrebbero desiderare un’ombra parziale per le ore più calde della giornata.

Il bambù si adatta bene a diversi tipi di suolo, preferendo quelli a reazione debolmente acida. I suoli asfittici che tendono ad allagarsi, sono da evitare in quanto potrebbero portare al marciume dei rizomi.

Si adatta bene ai luoghi riparati dal vento; essendo una pianta che richiede molte irrigazioni, un'esposizione al vento potrebbe determinare la disidratazione delle foglie.

Richiede molto spazio, nel realizzare una siepe o una bordura; sarà necessario considerare uno spazio d’impianto, tra una pianta e l'altra, di almeno un metro e mezzo, permettendo così agli esemplari di infittirsi nel tempo.

Utilizzi

Il bambù è una tra le piante più utilizzate al mondo; il suo legno resistente e leggero viene impiegato per innumerevli utilizzi, tra questi i più importanti sono:

  • tronchi cavi usati come condotti d’acqua per l’irrigazione
  • in India i fusti più grossi vengono legati e utilizzati come impalcature,
  • per realizzare strumenti musicali, armi, recipienti per il cibo e stuoie per gli interni delle case
  • I rami più sottili della pianta hanno trovato impiego nella costruzione delle stecche degli ombrelli più pregiati
  • pianta ornamentale
  • i rami sono impiegati come tutori per orto e giardino
  • i germogli di bambù sono consumati come se fosse insalata.

Tratto da GD9 2013 di Alberto Maggini

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA