Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
progettazione giardini
Gi
Garden design: tendenze del 2011
Inviato da Redazione GI il 20-12-2010 13:58
Dsc_0213

Tra le novità dell’anno viste alle fiere internazionali di garden design c’è in assoluto il ritorno del topiario, reinterpretato in chiave moderna e sdrammatizzato dalla sua severità geometrica: sfere di bosso disposte in un ordine che sembra casuale e piccole siepi potate ad arte vengono abbinate ad aiuole pompose e ricche di colore. Il designer Tom Stuart Smith, ad esempio, srotola nel giardino una fila d sfere di bosso, di dimensioni diverse, allineate però in maniera sfasata, quasi fossero cadute lì per caso.

Accanto ai giardini naturalistici, sempre sulla cresta dell’onda, si riaffaccia la voglia di esotico: piante provenienti dai cinque continenti tornano a rivendicare un ruolo nei giardini nostrani, soprattutto quelle facilmente adattabili al nostro clima e corrispondenti alle esigenze attuali di risparmiare acqua e fronteggiare estati sempre più siccitose. Tra le proposte del paesaggista Thomas Hoblyn, ad esempio,ci sono le chiome sferiche e appuntite della Yucca rostrata, circondata da piante resistenti all’aridità come le splendide rosette delle foglie di Euphorbia x pasteuri e di Echinum pininana e succulente come agave, Aloe saponaria ed Echeveria latea.

L’orto domestico, sempre più diffuso, osa forme nuove e inedite e gli ortaggi mostrano di avere un potenziale decorativo, che si va ad unire alla loro preziosa utilità per la cucina e la salute. Non è strano vedere infatti fioriere sui terrazzi che ospitano insalate e cavoli, fichi e viti da uva, anziché fiori e arbusti.

Il color ruggine è una nuova tonalità che rinfresca la palette dei colori ultimamente più utilizzati nella progettazione dei giardini: dall’arancio al rame, le sfumature metalliche rugginose e brunite colorano strutture, accessori e soprattutto piante e fiori: iris dai petali bronzei, le heuchere dai fogliami aranciati insieme a fiori leggiadri come la gipsofila, l’astrantia e le sfere degli Allium sono protagonisti dei giardini d’inverno.

L’acqua continua ad avere un ruolo primario nella progettazione dei giardini:accanto al ruscello naturalistico dal corso irregolare e bordato di sassi, i garden designer puntano su piscine geometriche di acqua immobile e rigorosamente nera. Le superfici riflettenti sono un must del garden design odierno, perché portano un senso di movimento e ampiezza nei piccoli giardini di città.

Simona Pareschi, Giardinaggio - Dicembre 2010

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA