Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
appuntamenti
Gi
XIX Edizione di Piante e animali perduti
Inviato da Redazione GI il 21-09-2015 09:15
Immagine_cartolina_pap_015_web_b31d3de3

Sabato 26 e domenica 27 settembre 2015 a Guastalla (RE) grande mostra mercato, animazioni, giochi, incontri e laboratori.

In questa edizione ci sono piante, fiori e frutti dimenticati, piante da frutto e ornamentali, rose, piante erbacee, graminacee, ortaggi, sementi, mostre pomologiche, razze di animali domestici e d’allevamento. Inoltre punto forte della manifestazione sono i prodotti eno-gastronomici, biologici, tipici e dimenticati e la cucina locale. Non mancano per i bambini laboratori, animazioni, giochi antichi ed attività di ogni tipo con gli asinelli.

Arricchiscono la proposta alcune novità. "Quattro giardini per quattro galline" che vede quattro paesaggisti cimentarsi nella realizzazione di quattro giardini per razze  di gallina cocincina nana, serama, chabo e moroseta; "The pink side of the food" dedicato alla centralità del ruolo femminile nel nutrire l’umanità del pianeta; lo sportello dei green jobs che affronta il tema dei lavori con finalità etica nel campo della green economy; il "Salone delle antiche arti femminili" (tombolo, ricamo, merletto, uncinetto, tessitura ecc) che intende incentivare la creatività in tutte le sue forme, facendo rivivere antiche tradizioni.

Infine sono in programma visite guidate alla scoperta del patrimonio storico artistico di Guastalla, presentazione di libri, artigiani che permetteranno di riscoprire le tradizionali tecniche di lavorazione di tessuti, legno e ceramica e il mercato del vintage.

Un’importante occasione per portare alla ribalta lo straordinario patrimonio di varietà animali e vegetali ormai desuete nell'agricoltura e a rischio estinzione, far conoscere specie che hanno fatto la storia del paesaggio rurale italiano e conservare la storia e le tradizioni della gente la cui vita è ruotata per decenni attorno alla terra, oltre che al fiume.

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA