Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
progettazione giardini
Gi
Giardini d’inverno: le graminacee ornamentali
Inviato da Redazione GI il 14-12-2010 13:39
Pennisetum

Avere movimento e colore i giardino durante l’inverno è più facile negli spazi verdi a impronta naturalistica: una prima, grande risorsa, è rappresentata dagli arbusti da bacca, carichi di frutti gialli,arancio, rossi, blu, viola o neri. Una seconda importante possibilità è costituita dalle piante graminacee, che richiedono pochissime cure durante l’anno e che, durante l’autunno e l’inverno, vivacizzano il giardino con le loro esplosioni di spighe ammantate di colori caldi e preziosi, in tutte le sfumature dell’oro.

È questo il periodo migliore per le piante graminacee, quando il tripudio di colori delle piante erbacee scompare, permettendo di ammirare la loro bellezza, fatta soprattutto di forme sinuose e piumose, resistenti al vento e alla pioggia.

Fra le specie di graminacee consigliabili ci sono il Miscanthus sinensis, nelle sue tante varietà e i Pennisetum. Sono piante ornamentali che presentano lunghi steli con fiori piumosi che variano dal bianco al rosa, passando per il rosso e l’argento.

In genere le piante graminacee si adattano bene a terreni secchi ma necessitano di un buon drenaggio. Sul fondo del terriccio è opportuno quindi deporre uno strato di 3 o 4 cm di argilla espansa o ciottoli, comunque di materiale drenante. Se il terreno non è gelato, potete metterle a dimora anche ora, bagnandole un pochino, se non piove, fino alla fine della prossima estate: negli anni successivi non avranno bisogno di irrigazione. L’esposizione delle piante deve essere in pieno sole.

Le piante graminacee possono essere coltivate in diversi luoghi: le specie a stelo lungo possono essere utilizzate per aiuole o siepi frangivento o, associate ad altre piante, per scenografiche composizioni floreali in giardino, le specie che non crescono in altezza sono invece ideali come tappezzanti, o per arricchire giardini rocciosi.

Al termine dell’inverno le piante graminacee vanno potate a 5-10 cm dal suolo, perché possano crescere rigogliose e sane.

La coltivazione delle graminacee è sconsigliata a chi soffre di allergia ai pollini, data la grande quantità prodotta proprio da queste piante.

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE