Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
piante da appartamento
Gi
Piante Tropicali: le 10 specie più facili in appartamento
Inviato da Redazione GI il 13-05-2015 12:37
Schermata_2015-05-13_a_13.00.05_9f1d0f90

La ricchissima flora esotica della foresta equatoriale è legata a condizioni climatiche uniche, innumerevoli specie che vi vivono sono in grado di adattarsi anche a tipici ambienti di appartamenti caratterizzati da una scarsa luminosità pur necessitando di alcune cure particolari. Ecco le dieci piante più diffuse e adatte alla vita in appartamento, e gli accorgimenti necessari per curarle al meglio.

1. La famiglia delle Bromeliaceae comprende circa 50 generi originari dell’America latina, alcune coltivate per il frutto, come l'ananas, la maggioranza a scopo ornamentale. Molte sono epifite, altre sono terrestri e crescono mediante radici in terreni ricchi di humus, altre si arrampicano sugli alberi con radici avventizie.  Non gradiscono il sole diretto, si innaffiano con acqua piovana, posta al centro della pianta, evitando eccessi
che inducono l'insorgenza di marciumi.  La temperatura non deve scendere sotto i 20 °C. Fioriscono e poi muoino; alcune, prima di morire, emettono polloni laterali che daranno origine a nuove piante.
Molte Bromeliaceae (Aechmea, Cryptanthus, Nidularium, Tillandsia, Vriesea, Guzmania),sono  sempre più frequenti come esemplari fioriti in vaso per la splendida spata fiorale in colori sgargianti e di forme inconsuete, che dura a lungo ma non verrà ripetuta se non con illuminazione artificiale e alti livelli di umidità nonchè divisione dei polloni giovani.


2. Begonie e impatiens, immancabili nei nostri giardini. Le begonie, comprendono circa 900 specie, di cui la maggior parte perenni tuberose provenienti dalla fascia tropicale e sub-tropicale di America, Africa e Asia.
Hanno fioritura copiosa e talvolta fogliami decorativi o grandi fiori multicolori. Sono semplici da coltivare.
Richiedono terriccio umido, soffice e ricco di materia organica, umidità ambientale elevata, esposizione semi ombrosa e protezione invernale dal freddo. Le Impatiens,tipiche di foreste tropicali asiatiche e africane, amano ambienti caldo-umidi, concimazioni frequenti e abbondanti annaffiature.

3. Musa velutina, (banana rosa), perenne delle foreste asiatiche, molto bella ed elegante è l’unica specie di banano che fiorisce e fruttifica anche in appartamento.

4. La curcuma (Curcuma longa), oltre ad essere coltivata per la polvere estratta dalle sue radici, (‘zafferano d'India’), è coltivata anche a scopo ornamentale, foglie allungate e fiori a spiga, bianchi o gialli, circondati da brattee coriacee rosa e verdi che ricordano l’ananas. Richiede temperature comprese tra i 20º e i 30º e abbondanti irrigazioni e concimazioni.

5. La Brugmansia arborea non richiede temperature particolarmente elevate ed è facile da coltivare in vaso, nonostante l’'aspetto esotico delle enormi corolle pendule bianche, gialle, rosa o arancio, dette ‘trombe degli angeli’. In natura raggiunge oltre 3m e se trova le condizioni vegetative ideali può sorprendere per la sua resistenza e crescita veloce senza eccessive cure a parte il ritiro invernale.

6. Iporoea, il genere comprende circa 500 specie di piante rampicanti perenni e annuali, arbustive, arboree o succulente e anche bulbose. La maggior parte è però annuale, come Iporoea violacea (Convolvulaceae) originaria delle foreste pluviali dell’America latina e nota con il nome volgare di ‘campanelle’; è una lontana parente  del convolvolo, è estremamente vigorosa, colonizzando una grande varietà di ambienti. Nei giardini delle regioni temperate raggiungono rapidamente 2-3 m di altezza e danno una copiosa fioritura di corolle a imbuto di colore azzurro lunghe 10 cm, che si aprono in successione tra luglio e settembre, a patto di disporre di sole, protezione dal vento e abbondanti innaffiature. 

7. Gunnera manicata dimostra una grande tolleranza ai nostri climi basta che sia collocata in terreni scarsamente drenati che rimangono leggermente umidi,dove si comporta da erbacea perenne. A portamento cespitoso, nelle zone di origine si localizza in aree umide della foresta, presenta foglie molto ampie, simili a quelle del rabarbaro, e fiori minuscoli giallo verdastri riuniti in pannocchie erette simili a gigantesche spazzole.

8. Passiflora è una sarmentosa robusta e cosmopolita, in particolare P. caerulea sopporta bene il gelo, in zone riparate; altre invece sono un pò più delicate per questo vanno coltivate in serra.

9. Alocasia nota anche come "orecchie di elefante’, piante rizomatose, provenienti dalle foreste pluviali del Borneo, della Malesia, dell'Asia continentale e dell’Australia. La più facile è A. macrorrhiza, che in natura raggiunge 5 m di altezza, con ampie foglie ovate marcate da venature. La specie è verde ma esistono numerose cultivar con fogliame
quasi nero o giallo verde, con marginature a contrasto. Si coltiva in vaso o, se il clima lo permette, in piena terra, dove lo sviluppo è molto più vigoroso, proteggendola d’inverno con la pacciamatura.

10. Mandevilla o Dipladenia,è un arbusto sempreverde e semirampicante, coltivato come pianta da appartamento e recentemente scoperta come esemplare da giardino o da terrazzo, dove risponde alla luce riempiendosi di grandi fiori tubolari, bianchi, rossi o rosa. Originaria dell'America meridionale, in autunno va ricoverata in serra fredda, dove sopporta minime vicine ai 3-5 °C.
Necessita di un vaso capiente con terriccio arricchito di sostanze nutritive. 

Tratto da Luisa Ferrari ("Come una foresta pluviale" . Giardinaggio)

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA