Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
salute
Gi
Malanni di stagione? Occorre la pianta di altea
Inviato da Redazione GI il 06-12-2010 11:15
Althaea

La pianta di altea (Altea officinalis) è una pianta erbacea perenne con un fusto eretto che può superare 80 cm di altezza. Le foglie hanno un picciolo breve con margine seghettato. I fiori sbocciano tra giugno e settembre e le corolle sono formate da cinque petali di colore rosato o bianco striato di rosa porporino.

È una pianta diffusa allo stato naturale in tutta Italia, più frequente al nord e nelle zone a clima freddo. Per la sua bellezza, tra le piante ornamentali è una delle preferite da coltivare in giardino. La radice di altea, utilizzata per tisane e infusi, si raccoglie tra ottobre e marzo, quando la pianta è a riposo.

La radice della pianta di altea è ricca di mucillagini, amido, pectina e sali minerali. All’elevata concentrazione di mucillagini si deve l’azione emolliente e riparatrice dei danni causati da infiammazioni, che rende quindi le radici ottimi rimedi naturali contro la tosse e il mal di gola [sapevi che anche il bianco spino cura la tosse]. In erboristeria è possibile acquistare la radice essiccata e ridotta in piccoli pezzi per la preparazione di infusi e decotti. Ecco alcune ricette per le tisane.

Tisana di base

Con la radice si può preparare un decotto con il quale fare gargarismi per la cura della tonsillite. Qualche sorso, bevuto in fase di trattamento, aiuta ad alleviare la tosse.

Preparazione e impiego

Si mettono sobbollire due cucchiai di radice di altea con mezzo litro di acqua per un quarto d’ora.

Si filtra il liquido in una piccola caraffa e si lascia intiepidire quasi del tutto.

Per fare i gargarismi, almeno due volte al giorno, si travasa il decotto in un bicchiere.

Tè pettorale

Antica ricetta che sfrutta le proprietà emollienti della pianta di altea, abbinate a quelle lenitive della liquirizia, della malva e dell’anice.

Preparazione e impiego

La miscela, che preparerà l’erborista, è composta da:

25 g di radice di altea

25 g di radice di liquirizia

25 g di fiori di malva

25 g di frutti di anice verde

Si versa la miscela in un mortaio e, con il pestello, si frantuma fino a ridurla in polvere grossolana che andrà conservata in un vaso di vetro a chiusura emetica fino all’uso.

In caso di tosse e mal di gola, si prepara l’infuso versando una tazza di acqua bollente su un cucchiaio raso di miscela in polvere.

Si lascia riposare un quarto d’ora; poi si filtra il con il colino e si addolcisce con un cucchiaino di miele.

Si beve una tazza al mattino e una alla sera.

Per aumentare le difese

Per prevenire le infiammazioni delle prime vie respiratorie, quando arriva il freddo, meglio stimolare le difese immunitarie, associando echinacea e rosa canina all’altea.

Si fa preparare una miscela composta da:

40 g di radice di altea

30 g di radice di echinacea

30 g di bacche di rosa canina

Per preparare l’infuso, si versa una tazza di acqua bollente su un cucchiaio di miscela, si copre e si aspetta un quarto d’ora prima di filtrare.

In via preventiva, vanno bevute due tazze di tisana al giorno per almeno due giorni.

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA