Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
piante da giardino
Gi
La pianta di agave: 30 anni di bellezza
Inviato da Redazione GI il 01-12-2010 14:22
Agave_americana

Esistono piante che, una volta messe a dimora nel posto giusto, non hanno bisogno di altre cure per tutta la durata della loro lunga vita: l’agave (Agave americana) è una di queste.

La pianta di agave va coltivata in piena terra solo nelle zone a clima mediterraneo, mentre nel resto d’Italia si adatta bene a un grande vaso. La terra deve essere sciolta, leggera, ghiaiosa, anche povera o sabbiosa, purché sempre ben calda.

La posizione della pianta deve essere bene soleggiata anche in inverno: sopporta molto bene perfino i potenti raggi del mezzogiorno estivo nel Sud Italia!

Ecco, l’agave non chiede nient’altro: per la cura della pianta basta una discreta annaffiatura subito dopo la messa a dimora e poi non sarà più necessario bagnarla: non serve nemmeno il concime, che è un “in più”.

In cambio la pianta grassa crescerà, pian piano, e, alla soglia dei 30 anni d’età, emetterà un unico stelo fiorale, alto anche 4-5 metri, spettacolare. Subito dopo morirà, ma vi lascerà le numerose figlie che avrà prodotto nel frattempo.

Utilizzatela per aiuole a bassa manutenzione (lasciando almeno 1,5 metri fra l’una e l’altra) o per bordure di giardino e vialetti.

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA