Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
il fiore
Gi
I bulbi di tulipano, segreti di coltivazione
Inviato da Redazione GI il 05-03-2014 11:41
Coltivazione_tulipani_e03fe25e

I tulipani sono piante ideali da coltivare sia in aiuole con disegni geometrici che per masse di fioriture più informali. Possono essere associati a piante annuali o biennali, o in alternativa messi a dimora sotto dei grossi cespugli spoglianti che durante le prime fasi della primavera non avranno ancora emesso il nuovo fogliame, permettendo così di apprezzare la fioritura delle nostre bulbose.

Crescono bene anche in vasi e piccoli contenitori o addirittura alcune varietà possono essere naturalizzate in un prato. Il periodo per mettere a dimora i bulbi dei tulipani è l’autunno: possibilmente poco prima che inizino le gelate, così da permettere alle radichette di formarsi e di ancorarsi al suolo, e lontano dagli ultimi tepori estivi che indurrebbero la pianta a emettere le foglie che verrebbero bruciate poi dal freddo, con inevitabili conseguenze sulla fioritura primaverile.

 

Come coltivare i tulipani
I bulbi dei tulipani
, in Italia, se protetti da un buono strato di terra, non temono i rigori dell’inverno: andranno dunque posizionati a una profondità di circa una volta e mezzo la loro grandezza, rivolti con la punta verso l’alto. Prediligono i terreni fertili, ben drenati con esposizioni in pieno sole e al riparo dai forti venti.

Nel metterli a dimora si potranno migliorare dunque le condizioni del suolo aggiungendo dello stallatico maturo per aumentare il quantitativo di componente organica, che darà maggior vigore alla fioritura primaverile. Potrete invece incrementare il drenaggio addizionando della sabbia al terreno di coltura: aspetto quest’ultimo di fondamentale importanza nella coltivazioni dei tulipani in quanto i bulbi tendono a soffrire dei marciumi dovuti al poco arieggiamento del terreno. Non sono dunque indicati i terreni troppo pesanti e con una componente di argille preponderanti. Se decidete di coltivare i vostri tulipani all’interno di un vaso, evitate comunque di lasciare dell’acqua stagnante nei sottovasi. Il pH ideale del terreno sarà compreso tra valori di neutralità o debolmente alcalini.

I bulbi piantati in giardino si accontenteranno dell’acqua della pioggia, mentre per i bulbi interrati nei vasi sarà opportuno innaffiare una volta a settimana per tutto il periodo  invernale; le irrigazioni andranno intensificate a primavera quando dal terreno spunteranno le prime foglie.

Per tenere lontani i roditori - ghiotti di questi tuberi - affiancatene altri per loro tossici: i narcisi sono ideali.

 

Come conservare i bulbi di tulipano
Una volta terminata la fioritura potrete lasciare i bulbi in terra
, aspettando che tornino a fiorire l’anno successivo. Tale pratica non è sempre consigliata, soprattutto per le cultivar che possono spesso non rifiorire se lasciate nel terreno. Vi converrà dunque aspettare che le foglie siano appassite prima di dissotterrare il bulbo (all’incirca sei settimane), pulirlo da eventuali parti secche o dall’eccesso di terra e aspettare che lo stesso bulbo si disidrati parzialmente prima di essere riposto in un luogo buio e ben ventilato, dove le temperature non superino i 20°C.

Alcune varietà di tulipano
Alcune specie botaniche tuttavia tendono a rifiorire negli anni anche se i loro bulbi vengono mantenuti nel suolo. Tra le specie più note vi è il Tulipa fosteriana, Tulipa greigii e il Tulipa kaufmanniana. Quest’ultima specie, insieme alla Tulipa tarda, possiede dimensioni più contenute e può essere coltivata dunque anche nei giardini rocciosi. Tra le specie invece da coltivare liberamente in un prato, che quindi si adattano bene agli sfalci regolari, vi è sicuramente il Tulipa sprengeri. I tulipani durante la stagione vegetativa producono dei bulbilli (bulbi di dimensioni più ridotte) posti in basso e  lateralmente al bulbo principale. Per propagare le vostre piante vi basterà staccarli delicatamente e trattarli come gli altri tulipani. Questi giovani bulbi tuttavia non fioriranno per almeno un paio d’anni; vi dovrete dunque armare della giusta dose di pazienza.

 

Ecco il nostro video tutorial sulla coltivazione dei bulbi di tulipani:

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA