Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
piante da appartamento
Gi
Un cactus sempre in fiore: il Gymocalycium
Inviato da Redazione GI il 23-10-2013 10:00
Gymnocalycium_baldianum_5e52251d

Piante grasse: Gymnocalycium
Nome scientifico: Gymnocalycium

Famiglia: Cactacee

 

Simpatici cactus a palla provenienti dal Sud America, le Gymnocalycium hanno la capacità di fiorire in continuazione nell’arco della bella stagione. Ne esistono alcune decine di specie, non tutte facilmente reperibili in Italia.

 

Com’è fatto: cactus globoso, a fusto singolo, dalle costolature molto evidenti, coperte di spine robuste ma corte, non particolarmente temibili; è alto e largo fino a 20 cm. Producono in primavera-estate grandi fiori bianchi, gialli, rosa, arancio o rossi, a seconda della specie: fra le più comuni si ricorda G. multiflorum.

 

Dove si coltiva: essendo un cactus “piccolo”, è preferibile coltivarlo in vaso ovunque, per evitare di schiacciarlo se posto in piena terra.

Come si coltiva: la posizione deve essere molto luminosa, a mezz’ombra o comunque non troppo esposta ai raggi del sole, soprattutto nel cuore dell’estate. Deve avere un terriccio poroso e molto drenante, composto da terra concimata unita a sabbia grossolana e lapillo vulcanico. Le annaffiature devono essere regolari, non troppo distanziate fra loro e cospicue durante la bella stagione. Ogni 10 giorni in primavera-estate va concimato con un prodotto per piante grasse. In inverno non tollera temperature inferiori agli 8 °C e va quindi ricoverato in una stanza fresca a un massimo di 15 °C, sospendendo le annaffiature. Eliminare i fiori appassiti prima che si formino i frutti. Si riproduce per seme.

 

I suoi nemici: le cocciniglie cotonose possono insediarsi alla base del fusto e vanno rimosse con le pinzette oppure trattate con un prodotto anticocciniglia.

 

Curiosità: il nome deriva dal greco gymnos, nudo, e calyx, “calice”, riferito ai boccioli che non hanno protezioni.

 

Articolo di Elena Tibiletti