Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
news
Gi
Pollici Rosa presentano le varietà di ibisco
Inviato da Redazione GI il 14-10-2013 15:46
Hibiscus_red_heart_f01e8d0a

Pollici Rosa, portale per l'acquisto di fiori online con base a Pistoia, ripropone in questo periodo una pianta dalle numerose varietà e colorazioni: l'Hybiscus syriacus. Tutti coltivati nei vivai dispersi nel territorio pistoiese, gli arbusti di Hybiscus sono facilmente posizionabili anche in altre zone d'Italia. Le vivaiste che ne hanno seguito la crescita sono, inoltre, esperte sempre pronte a regalare consigli affinchè le piante possano vivere a lungo.

 

 

La lunga fioritura degli Hibiscus syriacus
Noto nel mondo anglosassone con il nome di Rose of Sharon, l’Hibiscus syriacus, contrariamente a quanto faccia pensare il nome, è originario della Cina e dell’India, ed è attualmente la specia di Hibiscus più diffusa in Europa, oltre che l’unica ad essere totalmente resistente al freddo. E’ un arbusto a foglia caduca, a portamento eretto, piuttosto slanciato, ramificato, alto fino a 3 m. I rami, inizialmente di color grigio-bruno, con il tempo tendono a screpolarsi. Le foglie, verde scuro, sono abbastanza irregolari, presentando un certo polimorfismo: hanno forma da triangolare a ovata, talora anche trilobata e sempre con margine inciso o dentato.

A partire da inizio estate e, ininterrottamente fino al gelo, cominciano ad aprirsi i fiori, che si formano sui rami prodotti nell’anno. Hanno forma campanulata, larghi circa 6-7 cm, color malva con la gola rossa nella specie spontanea, mentre i nuovi ibridi ottenuti in seguito a incroci, possono essere a fiore bianco, rosa, rosso, porpora, violetto, fino alla gamma dei blu, sempre con la presenza di un’occhiatura rossa a contrasto all’interno, a fiore semplice, semidoppio o doppio.

Ai fiori fanno seguito i frutti, capsule inizialmente verdi e poi brune della dimensione di una nocciola, contenenti i semi al loro interno.

 

Coltivazione dell'ibisco
Richiede esposizione di pieno sole, pena la scarsa fioritura, e terreno fertile, fresco e preferibilmente profondo. Il suo buon apparato radicale e la sua estrema adattabilità tuttavia, gli consentono di vegetare bene in disparate situazioni, incluse quelle con substrati poveri, aridi o argillosi.

Resistente al freddo, viene coltivato con successo anche al Nord, fino ad una quota di 1000 mt. Dimostra inoltre un’ottima resistenza all’inquinamento, che lo rende particolarmente adatto all’uso in ambienti cittadini, notoriamente difficili per molte specie, ma anche alla salsedine, che ne permette l’uso a fronte mare.

Non necessita di cure particolari, se non di una energica potatura a febbraio, per stimolare l’emissione di nuovi getti fioriferi e per controllarne la forma.

Si può utilizzare come esemplare isolato, a gruppi, in macchie o per formare siepi fiorite, da soli o in associazione con altre piante; per la sua forma poco ingombrante, è adatto anche alla coltivazione in vaso, su terrazzi al sole.

 

Hibiscus: gli ibridi più belli
L’Hibiscus syriacus spontaneo (riprodotto per seme) ha dato origine a numerosi ibridi che vengono normalmente riprodotti per innesto, in modo da poterne mantenere le caratteristiche di fioritura desiderate. Le caratteristiche di rusticità, le esigenze colturali e l’impiego, sono le stesse viste per la specie spontanea. Qui di seguito riportiamo una scelta delle più particolari.

 

Varietà a fiore semplice:

Hibiscus Totus albus: arbusto vigoroso, vegetazione eretta, molto fiorifero. Fiore completamente bianco, con un diamtro anche di 10 cm

Hibiscus Hamabo: più compatto rispetto ad altre varietà, ha fiori rosa, che contrasta piacevolmente con il centro rosso. Molto fiorifero, i fiori possono arrivare a 10 cm di diametro.

Hibiscus Red Heart: crescita eretta, vigorosa. In estate produce bellissimi fiori bianchi, larghi fino a 12-13 cm con la caratteristica gola rossa a contrasto. Spettacolare fioritura.

Hibiscus Woodbridge: uno degli Hibiscus di maggiore sviluppo, ha portamento eretto, legno scuro; i fiori, larghi 11-13 cm, sono rosso carminio, con gola rosso vivo.

Hibiscus Blue Bird: conosciuto anche come Hibiscus Oiseau Blu, i fiori sono di color azzurro –violaceo, con la caratteristica macchia rossa centrale.

 

Varietà a fiori semidoppi e doppi

Hibiscus White Chiffon®: vigoroso, molto ramificato, con bellissimi fiori grandi, bianco puro, semidoppi e stami crema al centro.

Hibiscus French Point®: stesse caratteristiche del precedente, con fiori leggermente più grandi, semidoppi, ma con cuore rosso vivo al centro. Aspetto molto elegante.

Hibiscus Lavander Chiffon®: romantica e copiosa fioritura di corolle semidoppie, color lavanda, con centro rosso che spesso resta nascosto dai petali centrali.

Hibiscus Freedom: bella fioritura di fiori semidoppi totalmente violetti, portati da un arbusto vigoroso e ben ramificato.

Hibiscus Duc de Brabant: bella varietà di Hibiscus syriacus, a fiore doppio, color rosso porpora intenso. Rustico e adattabile, fiorisce profusamente come tutti gli Hibiscus durante l'estate, sino ad autunno inoltrato.

Hibiscus Leopoldii: varietà interessante per la delicatezza dei suoi fiori doppi di color rosa chiaro, punteggiato di rosso porpora. Adatto per macchie, sipei miste, cespuglio isolato e per la coltivazione in vaso.

 

Info:
www.pollicirosa.com

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA