Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
salute
Gi
Pelle grassa, dolori? I rimedi naturali del cavolo
Inviato da Redazione GI il 13-02-2013 10:51
Cavolo-ornamentale-foto_cfd3c043

I cavoli sono dei perfetti alleati, sia in cucina sia come rimedio naturale. Saziano senza apportare calorie, rinforzano le difese dell’organismo e sono un vero toccasana per la pelle danneggiata. 

BENEFICI IMPACCHI

Gli impacchi di foglie fresche di cavolo sono uno storico cardine della medicina popolare: con un coltello affilato si toglie la  nervatura centrale, e si rullano con una bottiglia per renderle meno consistenti e per provocare la liberazione dell'olio essenziale benefico; se si utilizzano tiepide si passano rapidamente con il ferro da stiro o si appoggiano per 5 minuti sul coperchio di una pentola al fuoco; oppure si scottano per 1 minuto in acqua bollente. L'impacco (da mantenere in posizione con una benda di lana) deve coprire un'estensione di poco maggiore della zona da curare; va sostituito con uno nuovo appena la temperatura della parte malata si alza (salvo diversa indicazione); il trattamento si sospende alla scomparsa del sintomo.

• Per placare i dolori reumatici: crude e rullate.

• In caso di contusioni, scottature, ferite, piaghe, geloni: crude e rullate.

• Su un ascesso dentario: sulla guancia, rullate e intiepidite.

• In caso di bronchite: sul petto, rullate e intiepidite, per tutta la notte.

• Contro lombaggine o sciatica: rullate e scottate.

• Per alleviare una colica renale: sui reni, scottate.

• Dopo una puntura di insetto: massaggiate la parte con una foglia cruda e rullata.

IN ERBORISTERIA

• Contro la raucedine: bevete un bicchiere di succo centrifugato tre volte al giorno; oppure cuocete a fuoco lento 2 bicchieri di succo con altrettanto miele di eucalipto, di timo, di rosmarino o melata d’abete fino a ottenere uno sciroppo, assumendone 6-8 cucchiai al giorno.

• Per alleviare il raffreddore: mangiate 4-5 foglie lessate nel latte (senza sale) e intiepidite.

• Ai primi sintomi di bronchite: lessate una foglia in un litro d'acqua non salata, filtrate e bevete il liquido in giornata.

• Per supplire a carenze di vitamina C: bevete un bicchiere di succo 3 volte a settimana.

• Come disintossicante: bevete un bicchiere di succo la mattina a digiuno per 3 settimane.

• Contro l’ulcera duodenale: frullate 500 g di foglie, mangiate una tazzina di questa pappina 4 volte al giorno lontano dai pasti.

IL COSMETICO PERFETTO

• Contro la pelle grassa: applicate per 15 minuti due-tre foglie crude, tritate e mescolate con un filo d'olio d'oliva.

• Come tonico astringente: applicate per 15 minuti del succo crudo oppure l'acqua di lessatura non salata.

• In caso di foruncoli o acne: applicate il succo crudo e lasciatelo asciugare, sciacquate poi con acqua tiepida.

• Per calmare irritazioni e arrossamenti cutanei: applicate impacchi con l'acqua di lessatura non salata di una piccola pianta intera.

CRESCIAMO INSIEME