Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
calendario lunare
Gi
Calendario lunare 2012: dicembre
Inviato da Redazione GI il 21-11-2012 10:09
Camelia_ac67ec89

Anche a dicembre ci sono tantissimi lavori da fare. Certo, non come nei mesi in cui la natura è più rigogliosa, ma ci sono accortezze da fare ora per non essere poi colti impreparati, e varietà che anche nei mesi freddi riescono a regalarci molto. Ecco una breve lista di cosa si può fare in dicembre:

 

Il cielo del mese:
• La luna si trova in fase calante fino al 12 di dicembre, poi dal 29. Il plenilunio cade il 28 mentre il novilunio si forma il 13.

• Il 13 dicembre si celebra Santa Lucia, detta impropriamente “la notte più lunga che ci sia”. In realtà il solstizio d’inverno cade tra il 21 e il 22 dicembre: dopo, la luce del giorno comincia ad aumentare.

• Il segno zodiacale di dicembre è il Sagittario (dal 23 novembre al 21 dicembre), segno intraprendente, solare e amante della bellezza, al quale portano fortuna la stella di Natale, emblema di rinnovamento, il fico simbolo di pace e prosperità, l'orchidea, fiore della bellezza perfetta.

 

La pianta di dicembre:
• È in piena fioritura la regina dell’inverno, la Camellia sasanqua, che ha la piacevole abitudine di coprirsi di bocci in autunno per schiuderli nel cuore dell’inverno, in fiori semplici a coppa.

 

Per i fiori:
• Lavorate la terra delle aiuole svuotate: quelle che dovranno ospitare le erbacee da fiore primaverili vanno vangate subito, a inizio mese, affinché il gelo possa agire beneficamente sulla struttura del terreno.

• Dimezzate i fusti ormai morti delle erbacee perenni ed eliminate invece tutti i residui delle piante annuali, da aggiungere al cumulo del compost se non presentavano segni di malattie.

• Lasciate un piccolo cumulo di residui (foglie e rami) di piante sane in un angolo nascosto del giardino, in modo da offrire ricovero ai ricci e agli insetti utili.

• Tagliate alla base le felci, lasciando però le fronde secche a coprire il colletto delle piante.

 

Per il giardino:
• Se il terreno non è gelato ma ben asciutto, preparate le buche per la messa a dimora di nuovi alberi e  arbusti, che verranno acquistati da febbraio in poi e messi a dimora subito dopo.

• Effettuate le potature sugli alberi e arbusti decidui, che ora hanno già perso le foglie. Aspettate invece una giornata tiepida in gennaio per svolgere l'operazione sui sempreverdi, che devono essere completamente a riposo.

• Se intendete mettere l'impianto di irrigazione interrato, la prossima primavera, questo è il momento giusto per effettuare gli scavi senza danneggiare eccessivamente le piante del giardino, ormai a riposo.

 

Per l’orto:
• Controllate la verdura immagazzinata: è sufficiente che un singolo ortaggio (per esempio una patata) marcisca per causare, se non viene rimossa tempestivamente, un danno che si propaga a macchia d’olio.

• Incominciate a seminare piselli primaticci, lattuga o spinaci in una piccola cassettina: risparmierete spazio prezioso perché nel terreno riservato alle verdure può essere effettuato un raccolto precoce.

• Ordinate il seme di patata per reperire senza problemi la varietà desiderata e procedere al pre-germogliamento dei tuberi.

 

Per casa e balcone:
• Se si prevede neve, anche le piante rimaste sul balcone senza protezione vanno preservate. Ponete sopra alla fioriera un cavalletto di legno rivestito da rete di plastica a maglia fitta o velo non tessuto, fissato con puntine da disegno o con la pistola sparacolpi.

• Concimate ogni 10-15 giorni le piante da fiore come stella di Natale, orchidea, cactus di Natale, con un prodotto specifico nell'acqua d'irrigazione.

• Controllate ogni settimana il fogliame per scoprire in tempo il ragnetto rosso, favorito dal riscaldamento acceso e dall'aria secca.

 

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA