Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
piante da appartamento
Gi
Aloe: coltivazione
Inviato da Redazione GI il 09-11-2010 17:22
Aloe-

L’aloe è una risorsa preziosa in appartamento: tollera l’aria asciutta, non si ammala quasi mai, esige solo un ambiente luminoso, una temperatura costante (tra i 20 e i 24 °C è l’ideale) e innaffiature moderate in primavera e in estate, da diradare poi, fino alla sospensione nei mesi freddi.

Tra le più decorative c’è l’elegante Aloe aristata. Nella tarda primavera produce un lungo fusto che porta numerosi fiori rosso arancio. La pianta aggiunge un’altezza minima di 15 cm, ma si espande tramite i germogli laterali finché trova spazio.

Un consiglio: mantenere le piante di aloe leggermente sollevate dal sottovaso tramite frammenti di piastrelle o con gli appositi piedini, poiché la pianta non sopporta i ristagni idrici, che sono la causa più frequente di insuccesso.

L’aloe, come l’agave, produce normalmente una quantità di polloni, cioè di germogli che spuntano lateralmente alla base della pianta, Dividendo questi germogli dalla pianta madre è possibile ottenere nuove piantine a costo zero.

I germogli vanno divisi in tarda primavera oppure a inizio autunno, avendo cura di conservare una porzione di radici. Dopo aver estratto la pianta dal vaso, si recidono i getti che si vogliono prelevare utilizzando un coltello affilato e disinfettato.

I germogli devono essere trapiantati immediatamente: si lasciano riposare all’aria, in un luogo asciutto e ombreggiato per alcuni giorni, in modo da favorire la fuoriuscita del lattice che impedirebbe la radicazione.

I germogli vanno poi messi in un substrato a base di sabbia, mantenuto leggermente umido. Appena le piantine avranno attecchito ed emesso qualche nuova radice, sarà possibile trapiantarle nei loro vasetti definitivi, con un terriccio sabbioso.

È indispensabile porre una manciata di argilla espansa sul fondo del vasetto per favorire il drenaggio ed è consigliabile distribuirne uno strato anche in superficie, intorno al colletto della pianta, per mantenere fresco il terriccio.

Simona Pareschi, Giardinaggio novembre 2007

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA