Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
curare il giardino
Gi
Potatura del glicine: qualche utile consiglio
Inviato da Redazione GI il 08-11-2010 19:25
Schermata_2011-02-22_a_16.01.23

È tra i rampicanti più belli e colorati ed è una pianta che si adatta facilmente alla vita d’appartamento, abbellendo terrazzi e balconi. Ecco alcune regole fondamentali per la sua potatura.

Soprattutto quando il glicine viene allevato in vaso, la potatura è un’operazione necessaria per mantenere il controllo: la pianta è infatti dotata di straordinaria vigoria e, una volta formata la struttura di base, l’obiettivo principale diventa quello di mantenere una dimensione accettabile. Basti pensare che i rami laterali possono allungarsi di 3-4 m in una sola stagione.

In novembre, quando la pianta è completamente a riposo, accorciate i getti formatisi l’estate precedente, mantenendo solo una o due gemme: otterrete in questo modo più fiori e meno vigore. L’operazione può essere svolta anche a fine inverno.

Durante l’estate dovrete ricordarvi di intervenire di nuovo, per ridurre la dimensione: a metà estate potrete tagliare i rametti dell’anno conservando 5-6 gemme alla base.