Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
il fiore
Gi
La pianta di kiwi: una inesauribile fonte di ricchezza
Inviato da Redazione GI il 03-11-2010 17:17
Pic_119

La pianta di kiwi (Actinidia chinensis) è una pianta da frutto originaria della Cina, dove ne esiste traccia fin dal 1200 a. C. Dopo essere stato il frutto maggiormente coltivato in Nuova Zelanda (la parola “kiwi” venne coniata proprio dai maori, che paragonarono le sembianze del frutto a quelle dell’omonimo uccello) è solo nel corso del XX secolo che approda in Occidente, in particolare in California, dove nascono le prime coltivazioni specializzate.

 

A partire dagli anni Settanta la coltivazione della pianta del kiwi si diffonde rapidamente anche in Europa, soprattutto in Italia, che è oggi il suo maggior produttore mondiale.

 

I frutti del kiwi sono noti per le incredibili qualità organolettiche: nella classifica dei frutti in base ai sette elementi nutritivi principali (vitamina A, C, E, acido folico, potassio, magnesio, fibre alimentari) il kiwi si posiziona infatti ai primi 5 posti. Si tratta inoltre del frutto a maggiore contenuto di vitamina C presente in natura.

 

Una curiosità culinaria su questo frutto: In cucina il kiwi può essere utilizzato anche per ammorbidire la carne. Fate riposare una bisteccasotto alcune fettine di kiwi per circa venti minuti prima di cucinarla e avrete come risultato una carne più tenera e maggiormente digeribile.

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA