Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
il fiore
Gi
Hoya, la pianta dai fiori di cera
Inviato da Redazione GI il 29-03-2012 12:28
Hoya_59997c49

La chiamano “fiore di cera” o “fiore di porcellana” e non è difficile capire perché: i fiori della Hoya carnosa sembrano finti, tanto sono perfetti...  

Sono piccole stelle bianche con il centro rosso, carnose e compatte, veramente simili a piccole stelle di cera. Inoltre sono profumatissimi, soprattutto verso sera. Compaiono in estate, riuniti in infiorescenze che arrivano a 10 cm di diametro, veramente spettacolari! Anche le foglie sembrano scolpite nella cera: possiedono infatti un rivestimento ceroso che, nelle zone d’origine (Indonesia e Australia), le protegge dai potenti raggi del sole e dal deterioramento dovuto alle frequenti piogge torrenziali. Al momento dell’acquisto, scegliete piante che abbiano già almeno un’infiorescenza ben aperta e il fogliame turgido di colore verde scuro. La varietà ‘Variegata’ presenta i margini fogliari di colore bianco; la ‘Marmorata’ ha le foglie con la parte centrale screziata di bianco. 

 

Com’è fatta
Appartenente alla famiglia delle Asclepiadacee, la Hoya ha foglie lanceolate, lunghe 7 cm e larghe 2-3, carnose e cerose; e fiori in ombrelle di 12-25 fiorellini, bianchi o rosa pallido con centro rosso. È una pianta rampicante dai fusti che si allungano di continuo fino a 2 m, va quindi allevata in modo che si arrampichi su un traliccio o una cupola inseriti in profondità nel terriccio del vaso. Attenzione: radica ai nodi.

 

Dove si coltiva
Originaria delle foreste pluviali di India, Estremo Oriente, Australia, da noi si coltiva in vaso in plastica, di diametro 14 cm per pianta con tralci lunghi 40 cm. Rinvasate solo quando tutto il terriccio viene occupato dalla pianta.

 

Come coltivarla
Posizione:
in un punto molto luminoso dell’abitazione, per favorire la fioritura, ma non esposto ai raggi solari diretti; in estate spostatela all’aperto in mezz’ombra (con tanta luce ma senza sole diretto). Datele un terriccio a base di torba e terriccio di foglia, con una parte di sabbia.

Temperatura: la hoya sopporta bene il caldo, fino a 35 °C, ma non il freddo: resiste solo fino a 13 °C.

Acqua: va bagnata con regolarità in estate, appena il terriccio si asciuga del tutto. In inverno basta un po’ d’acqua ogni 25-30 giorni. La hoya teme i marciumi radicali per eccesso d’acqua.

Concimazione: in estate ogni 15 giorni nell'acqua di irrigazione aggiungete un concime liquido ad alto contenuto di potassio. 

Precauzioni invernali/estive: per la fioritura è essenziale la temperatura che, se è costante, impedirà la formazione dei bocci; se la pianta rimane all’esterno da maggio a settembre (in mezz’ombra, con tanta luce ma senza sole diretto) e in interni in una stanza fresca durante l’inverno, il cambio di temperatura indurrà la fioritura.

Potatura: tagliate i tralci troppo lunghi se non avete spazio (riutilizzateli per talee).

Moltiplicazione: per talea tra maggio e luglio in terra.

I suoi nemici: se le foglie incominciano a ingiallire a partire dalla punta e poi a chiazze sulla lamina, senza però cadere, la causa è un eccesso d’acqua. Se le foglie appassiscono e cadono, rimanendo però di colore verde, sono le annaffiature troppo scarse. Se le foglie imbruniscono e pian piano si seccano, è l’esposizione diretta ai raggi del sole. Se appaiono piccoli fiocchetti bianchi sulle foglie, sui tralci e soprattutto ai nodi e sui peduncoli fiorali, si tratta di cocciniglie cotonose (più frequenti sulle varietà variegate, che sono più delicate).

 

Perché acquistare una hoya…

Particolarità: la Hoya è una pianta poco diffusa, considerata una rarità; meravigliosa quando è in fiore; ha un profumo intenso e dolcissimo. Vale la pena di cercarla nei garden center più forniti e presso i vivai di piante grasse e di impegnarsi per mantenerla al meglio!

Fioritura lunga: ciascuna infiorescenza può durare sulla pianta per circa tre mesi!

 

…e perché no

Non facilissima: l’eccesso d’acqua, i raggi solari diretti e la temperatura troppo bassa sono i suoi grandi nemici. Fate particolare attenzione a questi tre fattori, per mantenerla bene.

Costosa: il prezzo parte da 15 euro per una pianta in vasetto di 20 cm di diametro, in piena fioritura.

 

Articolo di Elena Tibiletti

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA