Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
parassiti e malattie
Gi
Afidi: rimedi naturali
Inviato da Redazione GI il 03-04-2017 12:51
Afidi_e4697bab

Con la bella stagione le colonie di afidi si moltiplicano, spesso “grazie” alle formiche, che li allevano per nutrirsi della melata zuccherina che producono. Intervenire in tempo, con efficaci rimedi biologici, è l’unico modo per prevenire danni permanenti alla pianta…

Gli afidi appartengono alla stessa famiglia di altri temibili parassiti delle piante ornamentali, come la cocciniglia. Amano assorbire la linfa degli organi verdi più teneri delle piante, ecco perché la loro moltiplicazione è particolarmente vistosa in primavera, favorita dalla persistenza del clima mite e umido. Con il progredire dell’estate spesso le colonie si riducono di numero, ma ormai il danno è fatto e le piante possono aver perso la loro bellezza.

Questi insetti sono spesso “allevati” dalle formiche che traggono nutrimento dalla melata zuccherina che producono abbondantemente. La melata è anche ideale sede di altre problematiche fungine che provocano la formazione di uno strato scuro e fuligginoso detto fumaggine, che può ulteriormente danneggiare la pianta.

Per una lotta efficace è importante agire ai primi segnali, evitando che l’infestazione si estenda. Consigliabili i prodotti biologici a base di sostanze derivate dal fiore di piretro. Se si trova solo qualche germoglio infestato, conviene tagliarlo o ripulirlo manualmente. Particolarmente efficace è la lotta biologica ad opera di larve e adulti di coccinella. Questi insetti utili rappresentano la prima linea di difesa contro tutti i tipi di afide. La loro presenza in giardino è una buona arma contro questi tenaci e fastidiosi parassiti.

Si possono anche sperimentare gli anti-afidi fai da te a base di aglio. Il modo migliore e più semplice di usare questo ortaggio come antiparassitario, con buoni risultati, è quello di tritare il più finemente possibile 100 grammi di spicchi d’aglio e porli in 5 litri d’acqua, lasciandoli a macerare per almeno tre giorni.

Articolo di Elena Tibiletti.

Ecco il video tutorial sulla difesa dei pomodori dagli afidi

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA