Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
Gi
Erba cipollina: coltivazione, raccolta e proprietà
Inviato da Redazione GI il 06-03-2012 12:57
Erba_cipollina

L'erba cipollina (Allium schoenoprasum) è una piccola pianta perenne da bulbo, immancabile negli orti domestici, ma presente anche allo stato spontaneo negli incolti di montagna e coltivabile con successo anche in vaso, dove risulta molto decorativa con le sue lunghe foglie sottilissime, cilindriche e cave e i suoi fiorellini estivi di forma sferica e di colore rosa lilla.

 

 

Appartiene alla famiglia delle Liliacee ed è originaria delle zone temperate, fredde e umide dell’Europa, dell’Asia e dell’America. Rustica e poco esigente, cresce bene in terreno ricco, calcareo e sempre leggermente umido. Predilige un’esposizione soleggiata o in ombra parziale e chiede regolari innaffiature. È facilissima da ottenere da seme, a inizio pirmavera, e si moltiplica per divisione dei cespi, in autunno. Le piante in vaso possono anche svernare in casa, su un davanzale luminoso, per avere le fragranti foglioline sempre a portata di mano.

 

Raccolta e conservazione

Dell’erba cipollina si utilizzano le foglie, che si possono raccogliere in qualsiasi periodo dell’anno recidendole alla base: ricresceranno rapidamente. È consigliabile consumarle fresche, oppure congelarle negli appositi sacchetti da freezer, mentre è sconsigliata l’essiccazione, che comporta la perdita di sapore e di proprietà nutritive. Molto profumate, le foglie dell’erba cipollina hanno un aroma pungente che ricorda quello della cipolla, ma più lieve e delicato. Anche i fiori sono commestibili, hanno un sapore simile alla cipolla e decorano con grazia le insalate.

 

Proprietà e usi

Utilizzata come condimento già nell’antichità da Greci e Romani, l’erba cipollina è oggi molto amata dagli chef per il suo gusto frizzante e gradevole, che può insaporire molti piatti assai diversi tra loro, dai formaggi (soprattutto a pasta molle) alle uova (è ottima sulle frittate), dalle carni al pesce (salmone in primis), dalle salse ai sughi, dalle zuppe e minestre alle insalate e patate. Si consuma dopo averla sminuzzata o tagliata ad anellini ed è un ottimo sostituto della cipolla, per esempio nel soffritto, rispetto alla quale risulta molto più digeribile. Stimola l'appetito, favorendo la produzione di succhi gastrici, ma ha anche proprietà digestive che la rendono preziosa da accompagnare a cibi grassi. Il principio attivo principale è un olio essenziale che svolge anche funzioni depurative, antisettiche e cardiotoniche. 

 

Un toccasana per il cuore e lo stomaco

La facoltà di agire come cardiotonico e di stimolare l’irrorazione sanguigna è valsa anticamente all’erba cipollina la fama di essenza afrodisiaca. Utilizzata ampiamente dai Romani, che ne fecero uno dei principali condimenti, compariva in molti trattati di medicina per gli usi più svariati: il celebre medico botanico Dioscoride la consigliava anche per far ricrescere i capelli. Contiene sali minerali, come potassio e fosforo, oligoelementi e vitamine, soprattutto vitamina C, grazie alla quale trovò anche impiego contro lo scorbuto: 100 g di erba cipollina ricoprono il fabbisogno giornaliero (75 mg) di vitamina C. Inoltre, gli oli essenziali in essa contenuti hanno effetto espettorante e contribuiscono a combattere i raffreddori e le malattie respiratorie. Lassativa e depurativa, questa pianta è l’ingrediente chiave di un infuso eccellente per combattere la stitichezza: basta sminuzzare 15 foglie in 1/2 l di acqua bollente, filtrare dopo dieci minuti e addolcire con miele. Per digerire un pasto pesante, invece, è utile il decotto ottenuto facendo bollire in una tazza d’acqua 15 g di foglie.

 

Consigli utili

• Piantate l’erba cipollina anche in giardino nelle aiuole, vicino alle vostre piante ornamentali: sarà un’ottima vicina perché non viene attaccata dai parassiti ed estende la sua azione difensiva anche alle altre piante.

 

• Aggiungete l’erba cipollina sempre all'ultimo minuto sui cibi caldi (zuppe, minestre, sughi, ecc.) in modo da non farla appassire e perdere parte dell’aroma e delle proprietà salutari.

 

• L’erba cipollina è ottima per aromatizzare l’aceto di vino oppure per insaporire la maionese con cui accompagnare il pesce o il burro da spalmare su fette di pane toscano.

 

• Se avete problemi di allergia, sappiate che l’erba cipollina è utile per tenere lontani gli acari.

 

La curiosità

Il nome Allium in lingua celtica significa “che brucia”, in riferimento alla fragranza pungente di tutti gli Allium, ma anche al potere magico attribuito a queste bulbose. I popoli Celtici utilizzavano l’erba cipollina per togliere il malocchio e per sciogliere gli incantesimi negativi. Tra le antiche tradizioni popolari tedesche c’è anche quella di strofinarsi addosso le foglioline per liberarsi dai sortilegi degli gnomi della Foresta Nera.

 

Articolo di Elena Tibiletti

 

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA