Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
salute
Gi
Dieta a colori, con verdura e frutta
Inviato da Redazione GI il 06-03-2012 12:27
Dieta_5_colori

Mangiare ogni giorno frutta e verdura variopinta aiuta a prevenire le più comuni malattie e ad assicurare all'organismo un apporto equilibrato di sostanze nutritive. Nutrizionisti di tutto il mondo raccomandano il consumo di 5 porzioni al giorno di frutta e ortaggi, scegliendo 5 prodotti di colore diverso (giallo-arancio, bianco, rosso, verde, blu-viola). Vediamo insieme perché…


La ragione risiede nel fatto che ogni colore indica la presenza di sostanze diverse e indispensabili. Il bianco di aglio, cavolfiore, cipolla, finocchio, porri e sedano aiuta a combattere le infiammazioni e svolge azione antistaminica. L'arancio di carote, zucca e melone rivela un alto livello del prezioso betacarotene, mentre il rosso dei pomodori è dovuto al licopene, un potente antitumorale. Le verdure a foglia verde come bietole, spinaci, catalogna, sono una miniera di clorofilla, che purifica il sangue, e il viola-blu delle melanzane indica una presenza di antociani, che fortificano i capillari e migliorano la circolazione. 

 

Nei dettagli…

I colori dell'orto sono l'ingrediente principe per salvaguardare la vista: secondo Lucio Buratto, oftalmologo milanese autore del libro "Occhio e alimentazione" serve un menù "ricco di vitamine e pigmenti antiossidanti", il che significa riempire il carrello di verdure a foglia verde, ortaggi ricchi di licopene come i pomodori e di carotenoidi come i cavoli, i broccoli, gli spinaci, i peperoni e le carote. Se lo scopo è ritrovare energia dopo i lunghi mesi invernali e rinforzare il sistema immunitario, via libera a ortiche, spinaci, barbabietole: l’ortica contiene principi azotati, aminoacidi, proteine; gli spinaci tonificano il sistema nervoso restituendo vigore al corpo; le barbabietole sono un concentrato di magnesio, fosforo, calcio e ferro facilmente assimilabili.

 

Un rimedio per depurare il fegato

Altro ortaggio da consumare in quantità in questa stagione è il carciofo, rimedio eccellente per depurare il fegato appesantito da tossine e cibi grassi: basta far macerare 100 g di foglie in 1 litro e mezzo di vino bianco secco e berne un bicchierino a pasto, o ancora meglio bere l'acqua di cottura dei carciofi.

 

Facciamo scorta di vitamine!

Ora più che mai, l'organismo ha necessità di assumere con l’alimentazione tutte le vitamine. La C è indispensabile per contrastare i raffreddori, frequenti per gli improvvisi sbalzi di temperatura, e la si può assumere consumando spinaci, cavoli e verze. La vitamina A e il betacarotene proteggono la vista e mantengono giovani la pelle e i tessuti: via libera a tutti i vegetali di colore giallo e arancio, come carote, pomodori, zucca. La vitamina E è un potente antiossidante che contrasta i radicali liberi ed è contenuta in abbondanza in tutte le verdure a foglia verde. Impossibile, infine, non nominare broccoli, cavolfiori, cavoletti di Bruxelles e le crucifere in generale che sono tra le verdure più ricche di proprietà benefiche. Il cavolo rosso in particolare, secondo un recente studio americano, contiene 36 diverse varietà di antocianine, una classe di pigmenti della famiglia dei flavonoidi, cui si attribuiscono importanti capacità di proteggere contro il rischio di tumore.


(tratto da "Il finocchio e le altre verdure della salute", di S.Pareschi, Giardinaggio n.3, 2009)

 

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA