Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
piante da giardino
Gi
Giardino d'inverno: gli arbusti da fiore
Inviato da Redazione GI il 31-01-2012 11:01
Viburnum_tinus

Anche fra gli arbusti si possono trovare esuberanti fioriture già a fine inverno. Piante forti e resistenti possono essere un aiuto per piccoli animali o per proteggere la nostra area privata.

L'indistruttibile lentaggine
La lentaggine (Viburnum tinus) ha il pregio di essere un arbusto di eccezionale resistenza alle avversità, incluso lo smog urbano. I suoi fiori si aprono ai primi tepori per formare in seguito bacche gradite agli uccelli selvatici.
Il fenomeno della fioritura precoce, capace di sfidare il gelo, è dovuto al particolare meccanismo metabolico di queste  pecie che, nel corso della loro evoluzione, hanno dovuto adattarsi ad ambienti con stagioni molto definite, tipiche dell'Europa balcanica: in natura, dopo una primavera piovosa in cui accumulano nel bulbo una quantità di fattori nutritivi assorbiti dal terreno, segue un’estate calda e asciutta in cui il loro fogliame scompare. Ma a fine inverno il germoglio fiorale, poco sensibile alle basse temperature, emerge dal suolo e affida al vento e agli insetti il polline per la riproduzione.
Gli ibridatori da secoli hanno sfruttato queste caratteristiche ottenendo numerosissime varietà; per un buon risultato, i  bulbi precoci vanno collocati in terra o in una ciotola con terriccio sciolto e sabbioso, a fine estate, in luna crescente.

Un regalo per le prime api
La mahonia ha fiori vistosi e profumati alla fine dell'inverno: caratteristiche che la rendono consigliabile per offrire nettare alle prime api che si avventurano fuori dall'alveare nell'aria ancora fredda.

Fiori tra le spine
Arbusto molto ornamentale, con bel fogliame che può essere sempreverde o deciduo, il Berberis è un arbusto spinoso, adatto a creare siepi difensive. Berberis vulgaris dalla splendida e precoce fioritura gialla, che si apre tra gennaio e marzo nelle zone più riparate e negli ambienti mediterranei, e verso aprile al Nord, ha spine molto lunghe.
I berberis sono facili da coltivare. Preferiscono posizioni soleggiate (indispensabili per le specie decidue) o semiombreggiate. Adattabili anche a terreni poveri e difficili, gradiscono comunque suoli asciutti, freschi, lievemente acidi. Tollerano benissimo le potature, resistono allo smog e quindi sono perfetti per il verde urbano.


CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA