Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
progettazione giardini
Gi
Illuminazione giardino: quali piante?
Inviato da Redazione GI il 17-01-2012 18:01
Primule_ridimensionare

Cominciando qui  l’approfondimento che troverete per intero sul numero di gennaio e febbraio di Giardinaggio, in edicola dal 20 gennaio, vi proponiamo una selezione di piante che anche in inverno e anche di notte possono regalarci un grande piacere agli occhi, grazie a un buon progetto di illuminazione del giardino. Perché infatti privarci della bellezza della natura quando il sole è poco?

Una buona illuminazione può conferire infatti stile e personalità allo spazio verde di cui disponiamo, piccolo o grande che sia.

Ecco dunque un elenco di alcune piante a fioritura invernale o notturna che è davvero un peccato non avere illuminate anche nei mesi più bui…

 

Fioriture invernali
Rosa chinensis 'Mutabilis'
: fiorisce da maggio a dicembre e può raggiungere un'altezza di circa 120 cm. Il colore del fiore, portato a mazzetto all'apice degli steli, muta in base alla sua età: il bocciolo è rosso scuro e, a mano a mano che si apre, diventa arancio e poi rosa per essere, una volta aperto, rosso cremisi. Rustica e resistente alle malattie, se un poco riparata resiste bene alle basse temperature.

Rosa 'White Meidiland’
: tappezzante robusta e di rapido accrescimento, raggiunge un'altezza di circa 60 cm. Fiorisce da maggio a dicembre e i boccioli bianco avorio danno vita a fiori bianchi molto pieni.

Rosa 'Austriana'
: tappezzante, fiorisce da maggio a dicembre. Raggiunge un'altezza di 30 cm ed è caratterizzata da crescita cespugliosa; i fiori rosso sangue sono grandi e resistenti. Acquista forza e vigore a partire dal secondo anno di impianto.

Chimonanthus praecox
: arbusto con foglie lunghe lanceolate, non particolarmente decorative e chioma disordinata. La sua particolarità è data dalla presenza di fiori sui rami privi di foglie; di colore giallo zolfo, sbocciano a gennaio ed emanano un delicato profumo di miele. Rustico e privo di particolari necessità predilige posizioni non eccessivamente soleggiate.

Mahonia x media
o 'Winter Sun': arbusto dai piccoli fiori giallo intenso, non teme il freddo e predilige esposizioni semi ombreggiate. I suoi fiori hanno un profumo simile al mughetto.

Hamamelis mollis
: grande arbusto a crescita lenta; ha fiori larghi 3 cm circa di colore giallo e rosso che sbocciano in gennaio-febbraio. Se sorpresi dal freddo i fiori si richiudono in attesa di nuovo sole, per questo va posizionata in un luogo soleggiato.

Daphne mezereum: ideale per bordure o giardini rocciosi, ha portamento cespuglioso la cui altezza raggiunge i 50 cm circa. I fiori riuniti a grappolo sono rosa e profumati. Fiorisce in gennaio-febbraio.

Camellia sasanqua 'Narumi-Gata'
: arbusto dal portamento da eretto ad espanso. I fiori semidoppi, bianchi appena spruzzati di rosa ai margini, sono semplici e sbocciano da novembre a gennaio; richiede un esposizione mediamente assolata.

Camellia granthamiana:
arbusto perenne, sempreverde dagli appariscenti fiori bianchi, grandi fino a 14 cm e piatti, visibili da fine dicembre a febbraio. Erica: arbusto a portamento eretto, le specie a fioritura invernale sono quattro più un ibrido. Erica sicula, rara e legata alla presenza del mare ma vive bene anche in habitat differente. Erica lusitanica fiorisce in gennaio febbraio con fiori di colore bianco-rosato. Erica carnea fiorisce anche sotto la neve pur prediligendo un esposizione soleggiata; Erica erigena o mediterranea, può raggiungere anche i 2 metri di altezza.

Vibrum tinus o Lentaggine
: arbusto sempreverde, molto rustico. Vive bene in posizioni di mezz'ombra ma sopporta anche l'ombra. I fiori, rosa scuro quando boccioli, diventano bianchi aprendosi e si trovano riuniti in infiorescenze più o meno globose che sbocciano da novembre a gennaio-febbraio.

Viola odorata o mammola: schiude da gennaio-febbraio corolle viola di cinque petali dal profumo delicato. La migliore esposizione è in mezz'ombra, ma si adatta bene a quasi tutte le condizioni.

Primula vulgaris: come suggerito dal nome, ha una fioritura precoce. Le sue gialle t rombet te sbocciano, infatt i , in gennaio-febbraio.

Crocus longiflorus: detto anche zafferano autunnale, è una bulbosa ed è comune nel sud della penisola. I fiori, il cui odore è delicato e gradevole, sono di colore rosa-violettto e sbocciano in novembre-dicembre.

 

Fioriture notturne
Mirabilis jalapa: o bella di notte, è un erbacea perenne piuttosto comune nei giardini. Predilige un esposizione soleggiata e necessita di annaffiature frequenti. A forma di cespuglio molto ramificato può raggiungere un'altezza di 60 cm; fiorisce in estate producendo fiori pentalobati di colori vari e a volte bicolori che si schiudono all'imbrunire costituendo un richiamo per le falene.

Cestrum nocturnum: nonostante sia chiamato gelsomino notturno per l'odore dei suoi fiori simile a quello del gelsomino, fa parte della famiglia delle Solanacee (il gelsomino appartiene alle Oleaceae). È un piccolo arbusto la cui altezza varia tra 1,5 e 2,0 m con foglie appuntite di colore verde brillante e fiori giallo-verdastri che sbocciano solo di notte emanando un profumo molto intenso. Teme particolarmente il freddo e per questa ragione non è adatto a zone con inverni molto rigidi.

Selenicereus
: originaria dell'America centrale e meridionale appartiene alla famiglia delle Cactaceae. Come molte specie di cactus ha una fioritura notturna che permette l'impollinazione a opera di piccoli animali e insetti notturni. Dal fusto sottile, cilindrico, cosparso di coste, radici aeree e deboli spine radiali, sopporta temperature minime non oltre gli 8° gradi. Il fiore grande e imbutiforme è presente solo nelle piante adulte in presenza di abbondante acqua. 


(prosegue su "Sotto i riflettori", di Michela Lugli, con la collaborazione di Andrea Meini, illuminotecnico, Giardinaggio n.1-2, 2012)

  

 

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA