Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
coltivare l'orto
Gi
Coltivare l'orto. Gennaio: partire con il piede giusto
Inviato da Redazione GI il 12-01-2012 20:00
Orto_inverno

I mesi invernali vanno dedicati soprattutto alla programmazione e alla scelta e all'acquisto di sementi. Se poi c'è un ambiente protetto, allora si possono avviare le semine di alcuni ortaggi che offriranno il loro raccolto precocemente in primavera.

 

Che fare in gennaio e febbraio?

Nel cuore dell'inverno l'orto è in riposo e non richiede un grande impegno quotidiano: approfittatene per pensare alla progettazione delle parcelle per le colture primaverili ed estive.

Il raccolto di gennaio e febbraio è limitato ma nutriente: cardi, cavolfiori, broccoli e, al Sud o negli orti che godono di un clima protetto e soleggiato (il che accade talvolta anche in città al Nord, dove il microclima è più mite rispetto alle campagne aperte) anche i carciofi. Sotto tunnel continuano a crescere ortaggi semplici e saporiti come rucola, valeriana e altre piccole lattughe invernali e radicchi amarognoli, ottimi sia crudi che cotti.

In questo periodo, con luna calante, il semenzaio riscaldato è in piena attività (per approfondire vai a Semina in Semenzaio, video tutorial): si possono seminare la lattuga a cappuccio, le carote e i porri. Seminate anche il sedano in semenzaio riscaldato: la luna calante lo preserverà dalla “filatura". A dimora sotto serra si possono invece avviare nuovi filari di valerianella e di insalatine da taglio. Invece, con luna crescente, chi dispone di un semenzaio riscaldato può seminare già in gennaio e febbraio melanzane, peperoni e pomodori; in serra o sotto tunnel lattuga, radicchio, rucola, ravanelliall’aperto, se il clima lo permette, si possono mettere a dimora i bulbilli d’aglio e cipolla. In clima mite, a fine mese si possono già seminare legumi precoci come il pisello e la fava.

 

I progetti per l'orto e l'acquisto di semi

Partire con il piede giusto significa anche portarsi avanti con il reperimento di sementi per avere un orto ricco di cose insolite e particolari. Acquistando adesso, avete il tempo di effettuare anche ordini sul web per trovare qualcosa di "mai visto", per esempio le zucchine con buccia giallo oro, i fagioli 'Aquadulce' di origine messicana, lunghissimi e grossi, con produzione molto precoce; oppure le mini-melanzane con buccia variegata, che crescono bene anche in vaso sul terrazzo. Anche i cavolfiori sono a colori... Si trovano sementi di varietà bianche classiche, verdi, violette e arancioni (spettacolari e eccellenti). Se poi vi interessa questo tema del colore, cercate le carote 'Rainbow' (rosse, arancioni, gialle e bianche) e i pomodori neri, striati, gialli e persino verdi e neri.

 

Ridisegnare l'orto

In questo periodo una delle attività da prendere in considerazione è quella di carattere progettuale.Un orto comodo e insolito può avere le parcelle rialzate e rifinite con mattoni, assi di legno o bordure di salice intrecciato.

Insieme agli ortaggi, prevedete un bordo di frutti di bosco, da scegliere in base al tipo di clima: se siete in collina, ribes, lamponi e mirtilli giganti; in pianura, fragole e more insieme alla graziosa e gustosa uvaspina, reperibile con frutto verde o violetto. Quanto ai fiori, programmate le piantagioni di specie che svolgono un'azione di tutela nei confronti dei parassiti: il tagete allontana gli afidi dai pomodori e la fritillaria gigante è di supporto nella lotta contro le talpe.

 

(Di L.Lombroso, continua su “Orto: partire con il piede giusto”, Giardinaggio n.1-2, 2012)

 

Ecco i nostri video tutorial sulla preparazione del terreno:

 

 

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA