Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
curare il giardino
Gi
Piante d’inverno: danni da maltempo
Inviato da Redazione GI il 12-01-2012 19:47
Albero_divelto

Le intemperie dell’inverno possono provocare gravi danni sulle piante che rimangono all’esterno: ecco cosa fare.

 

Freddo e gelo, pioggia e vento sferzante, brina e neve: questi sono gli eventi climatici che si verificano durante l’inverno e che possono creare seri problemi alle piante rimaste all’esterno. Le piante che vengono avvolte con teli di plastica sono meno esposte ai problemi rispetto a quelle prive di protezioni, ma non esenti da essi. 


 Il freddo e il gelo determinano nei vegetali il congelamento delle sostanze liquide contenute nelle cellule; questi liquidi si gonfiano e rompono la parete delle cellule. Quando la temperatura si rialza, i tessuti vegetali appariranno molli e flaccidi, senza turgore: sono ormai morti e nel giro di poco tempo si seccano. Se vi accorgete di un fenomeno del genere, oltre a proteggere la pianta colpita, per esempio ponendo un telo o spostandola al chiuso nelle notti più fredde, provvedete subito a tagliare le parti appassite.

 La pioggia, quando cade in eccesso, è nociva in inverno perché il terreno bagnato si raffredda molto di più di quello asciutto, ghiacciando le radici che muoiono. Ponete un telo di plastica sulle piante meno resistenti all’approssimarsi dell’acqua. Il vento asciuga e ghiaccia le foglie, che presenteranno sintomi simili a quelli dati dalla mancanza d’acqua: appariranno secche. Ponete una stuoia che funga da frangivento vicino alle piante più esposte. Attenzione alla stabilità degli alberi molto alti: potrebbero cadere se le radici non sono robuste.

  La brina e la neve producono effetti simili a quelli del gelo. La neve, inoltre, con il suo peso può piegare senza rimedio o spezzare i rami di alberi e arbusti: scuotete con delicatezza le piante per far cadere la coltre che, se poi ghiaccia sui rami, diventa ancora più pesante e nociva.


TRE COSE DA EVITARE
 NO Effettuare i trattamenti con fitofarmaci sulle piante in esterni: difficilmente sono necessari e correreste il rischio di provocare effetti tossici sulle piante.

 NO Trascurare le piante da interni e quelle in serra o in veranda: il calore favorisce la comparsa di parassiti, quindi vanno controllate una volta a settimana ed, eventualmente, trattate con fitofarmaci.

 NO Trapiantare o fare talee in questo periodo: l’esito non sarebbe felice.  


(tratto da "Salute delle piante", di E.Tibiletti, n.12, 2007)

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA