Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
news
Gi
Nuove dall’oltreoceano: il bus col giardino sul tetto.
Inviato da Redazione GI il 12-10-2010 16:26
Pic_119

Si chiama “Bus Roots” il progetto con il quale Marco Castro Cosio, ricercatore della New York University, ha vinto il secondo premio alla Grand Idea Competition 2010 del DesignWala, il cui scopo è quello di dare visibilità a progetti e idee in grado di ridisegnare prodotti, programmi e sistemi per una vita più sostenibile ed efficiente.

Ma cos’è il Bus Roots?

Il Bus Roots è un autobus sul cui tetto vengono coltivate piante e tappeti erbosi. Vi sembra solo una moda del momento? Vi sbagliate. Il Bus Roots è nato con un nobile intento: “recuperare spazio dimenticato, aumentare la qualità della vita e far crescere la quota green della città”. Si tratta, insomma, di una qualcosa di importante: restituire il verde pubblico. Ogni autobus ha una superficie pari a 31 mq e nella sola New York viaggiano 4500 veicoli; il conto è presto fatto: 14 ettari di verde pubblico in più per la Grande Mela!

Con questo progetto, inoltre, numerosi sono i benefici per le città: maggiore isolamento termico ed acustico, riduzione e miglior gestione dell’acqua piovana,assorbimento di anidride carbonica, mitigazione del surriscaldamento urbano e la creazione di nuovi spazi di ricreazione e di educazione civica.

Il primo prototipo di Bus Roots ha viaggiato per più di 5 mesi tra New York, Pennsylvania e Ohio, portando su di sé piante grasse ed arbusti e attirando la curiosità dei visitatori, ma anche le critiche dei più scettici. Non ci resta che attendere che il progetto venga accettato dalla Metropolitan Transit Authority.

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA