Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
curare il giardino
People
Palme e Kenzie
Inviato da admin il 16-12-2009 14:53
4065 web

Le macchie delle palme

● La Stigmina palmivora o maculatura fogliare della palma è frequente soprattutto su Phoenix canariensis. è un'infezione determinata da un microscopico fungo che colpisce le foglie. I sintomi sono infatti riconoscibili sia sulla pagina superiore sia su quella inferiore e consistono in piccole macchie bruno-nerastre, che evolvono poi in tacche rotondeggianti scure. Queste tendono a espandersi e a confluire fra loro, per cui le foglie possono ingiallire e disseccarsi completamente.
● Altri sono i funghi agenti di maculature fogliari delle palme; ricordiamo tra questi Alternaria alternata, agente di macchie necrotiche circondate da un alone giallastro su foglie di kentia. Ai primi sintomi di infezione si possono effettuare un paio di trattamenti con prodotti rameici, distanti tra loro 10-15 giorni.
I parassiti sulle kenzie
● Se notate degli animaletti a scudetto ancorati ai lunghi gambi della kenzia, le responsabili sono le cocciniglie Chrysomphalus aonidum e Pinnaspis aspidistrae, entrambe di origine asiatica. In genere le infestazioni si manifestano in appartamento.
● Caratteristica comune alle cocciniglie è la formazione di colonie localizzate sulle foglie lungo i piccioli e in taluni casi sui fusti: questi insetti pungono i tessuti succhiandone la linfa e provocando quindi ingiallimenti, deperimenti e arresto della crescita.
● A ciò si aggiunge il danno estetico (vere e proprie "croste" sulle parti infestate).
● Per combattere efficacemente questi insetti è importante intervenire ai primi sintomi. All'inizio le cocciniglie possono essere rimosse strofinando le foglie con un batuffolo imbevuto di alcool.
● Eventuali trattamenti possono essere eseguiti, anche in appartamento, con oli minerali nelle formulazioni disponibili in commercio per il giardinaggio domestico.
● Si ricorda che è sempre buona norma abituarsi a osservare regolarmente le proprie piante, soprattutto in appartamento, per cogliere i primi sintomi di infestazioni. In questa fase, infatti, è molto facile eliminare i parassiti, spesso senza dover intervenire con trattamenti, che, se effettuati tra le mura domestiche, richiedono sempre alcune cautele.
CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA