Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
news
Gi
Giardini informali - Biennale di arte conteporanea
Inviato da Redazione GI il 22-06-2010 19:31
Orto matematico, borgo san giusto_web

Il giardino come luogo preposto all’incontro tra natura e arte: in modo ancora più evidente ciò accade in “Giardini Informali”, rassegna biennale di arte contemporanea, che dal 5 giugno presenta presso il complesso di Borgo San Giusto una nuova versione di arte ambientale.

Stefano Breschi, Monica Cecchi, Andrea Nicita, Sarah Baker, sono gli autori scelti dalla Present Contemporary Art (società che opera come ponte culturale tra la Cina e l’Italia) per esporre le loro opere nel parco del borgo.

L’iniziativa nasce dalla necessità di recuperare una tradizione autentica di salvaguardia paesaggistica: salvare l’arte per salvare il territorio.

Gli artisti sono stati chiamati a disegnare, ciascuno secondo il proprio punto di vista, il profilo del territorio come fosse un ambiente da rimodellare. Così le quattro opere esposte – L’ "Equilibrista" di Andrea Nicita, "Vuoti di memoria" di Monica Cecchi, "Humanitas" di Stefano Breschi e "La Farfalla" di Sarah Baker - rappresentano la continua evoluzione della natura, vero testo da interpretare, pagina su cui ogni autore può scrivere nel rispetto degli elementi che la connotano: luce, clima, vegetazione, morfologia. Il risultato è un monumento corale, che verrà arricchito nel tempo.

Promotori dell’evento: Borgo San Giusto in collaborazione con Present Contemporary Art, Banca di Credito Cooperativo di Cambiano, Assicurazioni Generali, Fattoria Bini, il Terraio.

Apertura al pubblico con ingresso gratuito

lunedì, dalle 15 alle 19.30

dal martedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19;

sabato e domenica dalle 10 alle 19

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA