Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
salute
Gi
Con la menta, bocca e stomaco ritornano in forma
Inviato da Redazione GI il 11-05-2010 14:43
Apertura_menta

Non è solo un gradevole aroma: la menta contiene un olio essenziale, a base di mentolo (50-80%), mentone, mentofurano, cineolo e pulegone, che tonifica e stimola tutto l'organismo. Placa le fermentazioni dell'apparato digerente, purificando l'alito, favorendo la digestione, aiutando l'espulsione di gas intestinali e disinfettando le vie gastrointestinali. Regola l'appetito, sia in eccesso che in difetto. È antispasmodico, soprattutto in presenza di dolori addominali ed è un blando analgesico locale.

La menta è un potente eccitante del sistema nervoso, quindi è controindicata per le persone nevrili. Inoltre, non se ne deve abusare perché ha effetto neurotossico, danneggia cioè il sistema nervoso.

Coltivazione e raccolta

Facile da coltivare, si può seminare in primavera o moltiplicare per stoloni in primavera o autunno. Vuole un terreno alcalino, ricco, fresco, sciolto e ben drenato; non fatele mai mancare l'acqua. Mantenetela a mezz'ombra e concimatela in primavera-estate. In piena terra trattatela da annuale, altrimenti tende a invadere gli spazi.

In erboristeria, si utilizzano i fiori e le foglie. I primi si raccolgono appena prima della fioritura, staccando l'intera infiorescenza; le seconde dopo la fioritura, tagliando i rametti.

Fiori e rami si appendono a testa in giù in luogo ombroso e aerato. Una volta secchi, si staccano e, separatamente, si conservano in vasi di vetro ben chiusi.

In erboristeria

L’aroma gradevole non richiede di addolcire le tisane.

Per favorire la digestione: infondete 10 g di foglie secche per 10 minuti in una tazza d'acqua bollente; bevete dopo i pasti.

Contro mal di testa e dolori mestruali: infondete 5 g di foglie secche per 10 minuti in una tazza d'acqua bollente; assumete lontano dai pasti.

Contro l’alitosi: macerate per 7 giorni 20 g di foglie fresche in un litro di vino bianco, filtrate, conservate in bottiglia; bevete un cucchiaino di macerato in un bicchiere d'acqua.

Contro le infiammazioni della bocca: masticate una foglia fresca per 10 minuti 4 volte al giorno.

Come decongestionante per la pelle: infondete 60 g di fiori secchi per 30 minuti in un litro d'acqua bollente; applicate delle compresse imbevute sulla parte.

Contro i piedi stanchi: infondete per 20 minuti 80 g di fiori secchi in un litro d'acqua bollente; aggiungete la tisana filtrata al pediluvio.

Come bagno tonificante: infondete 100 g di foglie secche per 30 minuti in due litri d'acqua bollente, filtrate e versate nell'acqua del bagno.

Contro la pelle grassa: infondete 30 g di foglie secche in un litro d'acqua bollente per 10 minuti;tamponate la pelle con compresse imbevute 2 volte al giorno.

In gravidanza: consumata regolarmente, ma senza eccedere, mitiga la nausea e agevola la digestione.

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA