Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
curare il giardino
Gi
Anche il vaso vuole la sua parte
Inviato da Redazione GI il 10-03-2010 17:40
Apertura vasi

Il Budget
I vasi di alta qualità hanno un costo elevato, ma va anche detto che la durata è molto più lunga.
I contenitori del tipo con riserva d’acqua sono più costosi; riservateli a piante annuali da fiore esposte al sole, che sono le più esigenti in fatto di acqua.
Non scartate poi l’idea di migliorare l’aspetto di vasi un po’ banali verniciandoli con colori insoliti. Gli effetti di colore migliori si ottengono sulla terracotta, dopo aver steso una base di pittura a geso che migliora la presa del colore, opaco o lucido.

Il materiale
Il coccio assicura una perfetta traspirazione del terriccio; è adatto alle zone più calde, mentre nelle zone ventose provoca la rapida disidratazione del terriccio. La plastica trattiene il calore e l’umidità e per questo è adatta alle zone montane fredde. Va scelta per le piccole piante da fiore esposte al sole, che saranno meno esposte al rapido asciugamento del terriccio. La terracotta, nei periodi di gelo, rischia di spaccarsi o scheggiarsi. Per questo vasi più pregiati vanno protetti o trasferiti al riparo.

Il peso
Terracotta, terriccio e pianta possono arrivare a pesare ben più di 50 kg ma in genere per gli appartamenti questo non crea problemi, i pavimenti delle abitazioni sono costruiti per sopportare pesi notevoli.
Per quanto riguarda invece terrazzi e balconi dobbiamo mettere in conto la portata massima della soletta. Se non siamo sicuri del peso che questa può tollerare è meglio ospitare le piante che richiedono contenitori capienti in vasi di materiale sintetico il cui aspetto, se di buona qualità, è spesso davvero simile alla terracotta autentica.

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA