Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
cosmetica
Gi
Maschere per il viso fatte in casa: le magnifiche 5
Inviato da Redazione GI il 21-07-2011 19:26
Avocado_ridimensionare

1. Maschera alla lecitina

Sbattete il rosso di un uovo con un cucchiaio di miele, aggiungete un cucchiaino da tè di miele, uno di lecitina di soia in polvere e uno di olio d’oliva, fino ad ottenere il giusto grado di densità del composto. Stendetelo sul viso e lasciate agire per 20 minuti. Risciacquare con acqua tiepida.

2. Maschera al lievito di birra

Riducete in poltiglia 10 grammi di lievito di birra fresco, aggiungete un cucchiaio di latte in polvere e acqua tiepida quanto basta per rendere morbido l’impasto. Stendete l’impasto ottenuto sul viso, sdraiatevi e lasciate agire per 30 minuti, Sciacquate bene con acqua tiepida.

3. Maschera alle vitamine

Schiacciate con una forchetta un avocado (o metà papaia) e mezza mela a pasta farinosa, aggiungete un cucchiaio di limone e amalgamate bene. Stendete con cura sul viso evitando il contorno occhi, lasciate a riposo per 30 minuti e risciacquate con abbondante acqua.

4. Maschera alla farina di avena

Un trattamento d’urto in grado di nutrire la pelle in profondità, si ottiene mescolando un cucchiaio abbondante di farina di avena con altrettanto olio di mais. Si aggiunge poi il succo ottenuto dalla spremitura di una manciata di foglie di crescione (o di lattuga): per ottenerlo è sufficiente sminuzzare finemente l’insalata con l’aiuto di un minipimer e filtrare il composto con una garza. Unite tutti gli altri ingredienti, stendetevi e applicate la maschera sul viso per una buona mezz’ora.

5. Maschera all’azulene

Preparate un infuso concentrato di fiori di camomilla (l’azulene è il principio attivo calmante contenuto nei fiori di camomilla). Lasciate intiepidire, imbevete alcune compresse di garza e posizionatele su viso, contorno occhi e collo per dieci minuti. Trascorso il tempo necessario applicate sul viso una maschera preparata con un cucchiaio di farina d’orzo miscelato con 3/4 cucchiai di infuso rimasto.

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA