Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
curare il giardino
Gi
L’abc dell'estate in giardino (F-M)
Inviato da Redazione GI il 21-07-2011 17:37
Cactus_ridimensionare

...segue da L'abc dell'estate in giardino (A-E)

 

F come Fucsia
Instancabile anche in piena estate, la fucsia non vi abbandonerà se la coltivate in mezz’ombra e la nutrite generosamente con un prodotto liquido per gerani, ogni 7-8 giorni. Vaporizzate acqua sulle foglie, la sera, ogni due-tre giorni, per la prevenzione del ragnetto rosso che prospera in ambiente caldo e secco.
Consiglio.
Ricordatevi che la fucsia andrà messa in serra solo verso fine ottobre, perché ama il clima fresco e umido dell’autunno. Poi, fino a febbraio, andrà tenuta praticamente all’asciutto: basterà un po’ d’acqua ogni 12-15 giorni, solo per inumidire il suolo.



G come Grasse
Le succulente e i cactus sono fra le poche specie che accettano una piantagione ravvicinata in quanto il loro apparato radicale è, nella maggior parte dei casi, poco esteso ma profondo. Una composizione di grasse, con una varietà di forme e colori, è perfetta per decorare una zona arida e soleggiata o una cassetta.
Consiglio. Coprite gli spazi vuoti fra le piante con ghiaia bianca o grigia, per decorare e mantenere umido il terreno.


I come Infestanti
Le infestanti entrano in forte competizione con le piante ornamentali, sia per il consumo idrico sia per lo spazio e il nutrimento. La lotta alle malerbe deve essere precoce e costante, perché l’uso dei diserbanti andrebbe davvero accantonato. E poi, si può trasformare il problema in opportunità. L’equiseto, infestante difficile da eliminare perché si propaga per porzioni di radice, è un ottimo antiparassitario naturale: raccogliete gli apici giovani per fare infusi anti-afidi.
Consiglio. La fitolacca, stranissima pianta dai frutti violetti, è infestante e velenosa, ma ha una sua stravagante bellezza e in Inghilterra è apprezzata come pianta ornamentale. Esiste anche una forma arborea, Phytolacca dioica: bella pianta di rapido accrescimento, per dare ombra ai giardini in clima mite.


L come Lumache
Con o senza guscio, piccole o giganti, sono tra i nemici più temibili in giardino, ghiotte di vegetazione giovane e tenera, di petali e di ortaggi. Esistono in commercio esche granulari, ma se siete a favore del giardinaggio naturale combattetele distribuendo del materiale disidratante, come la cenere di legna o la segatura. Oppure interrate parzialmente, vicino alle piante colpite, una scodella riempita di birra: le lumache la adorano e accorreranno senza esitazione.
Consiglio. Altri deterrenti utili sono la presenza di ricci (ghiotti di lumache), uccelli (anche da cortile), lucertole. Esiste in commercio un lumachicida biologico granulare, a base di fosfato triferrico, Il Ferramol, non dannoso per gli animali domestici o selvatici.


M come Melanzane
Questo ortaggio amante del caldo e del sole va raccolto al punto giusto: se aspettate troppo, il sapore diventa amaro. La bellezza dei frutti violacei, striati o bianchi è tale da meritare un posto nell’orto-giardino decorativo; dagli Stati Uniti arriva anche una curiosa varietà a frutti bianchi appuntiti, ‘Mohican’, coltivabile anche in vaso, mentre se preferite quelle con pochi semi dovete coltivare la ‘Black Beauty’, nella foto.
Consiglio. Se volete ottenere un raccolto copioso scegliete le varietà ibride F1 e cimatele periodicamente per favorire le ramificazioni laterali.

 

prosegue in L'abc dell'estate in giardino (N-S)...

(tratto da "L'estate in giardino dalla A alla Z", di S. Pareschi, Giardinaggio, n.7-8, 2007)

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA