Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
curare il giardino
Gi
Coltivare i mughetti: ottimi per le zone in ombra
Inviato da Redazione GI il 16-06-2011 14:33
Pic_119

■ I motivi per coltivarli in giardino sono tanti: le piantine sono veramente deliziose quando spuntano i piccoli grappoli, lunghi circa 20 cm, eretti, con 6-12 fiorellini bianchi simili a minuscole campanelle. Oltre a essere graziosi, i fiorellini sono profumatissimi: l’aroma intenso si spande nell'aria, soprattutto durante le ore più calde, rendendo immediatamente individuabili i mughetti anche tra la vegetazione folta. I fiori hanno un solo difetto: purtroppo appaiono solo in maggio-giugno (luglio in montagna), le piante non sono rifiorenti. I mughetti risolvono il problema degli angoli ombrosi, della base spoglia di alberi e cespugli, del sottobosco, anche dove fa freddo: prediligono i climi freschi; sono invece poco adatti al Sud costiero. Si adattano bene anche alla coltura in vasi e ciotole: quando termina la fioritura, rimangono le belle foglie ovato-lanceolate color verde glauco, lucide e consistenti.

■ Le esigenze di coltivazione dei mughetti sono veramente minime: hanno bisogno solo di una zona ombrosa o in mezz’ombra e di un terreno ben drenato dove piantare in autunno i “rizomi” (radici modificate) carnosi, oppure le piantine acquistate già pronte durante la primavera. Svasate le piante e svolgete con delicatezza le radici; inserite il mughetto nella buca già scavata, pressate bene la terra tutt'intorno e innaffiate abbondantemente. Non serve nient'altro: potete lasciare indisturbati nel terreno i mughetti, perché dovranno passare almeno 5-7 anni prima di doverli estrarre per dividere il cespo radicale, ormai troppo ingrossato.

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA