Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
curare il giardino
Gi
Paulownia tomentosa: l'albero delle ametiste
Inviato da Redazione GI il 16-06-2011 14:20
Paulownia_f_ge_f0caa894

Ci sono parecchi buoni motivi per piantare una o più paulonie in giardino: la crescita veloce, le grandi foglie che la fanno assomigliare a un albero tropicale, l’ombra fitta durante l’estate, la fioritura in uno splendido color ametista, la buona resistenza al freddo e all’inquinamento, la struttura interessante anche durante l’inverno.

■ Fra maggio e giugno la paulonia (Paulownia tomentosa) si veste di grandi infiorescenze a candelabro (simili a quelle dell’ippocastano) dai fiori della grandezza di 5 cm, di colore lillavioletto. Ma l’albero è bello anche senza fiori: in inverno, privo di foglie, offre una struttura aggraziata e simmetrica; in primavera e in estate è coperto da grandi foglie a forma di cuore, leggermente vellutate. Originario delle regioni montuose della Cina, non teme il freddo (fino a –10 °C), né il caldo (fino a 40 °C); desidera il pieno sole e una posizione riparata dal vento, che rischia di danneggiare le morbide foglie.

■ La crescita è rapidissima: un astone di 2 anni è alto 4-5 m. Arriverà a 15 m d’altezza e 8 di diametro: non è un albero adatto a piccoli giardini, ma solo a grandi spazi verdi; deve inoltre distare almeno 10 m dagli edifici perché l’apparato radicale si estende in larghezza più che in profondità. La pianta vive 150-200 anni.

■ Non ha particolari esigenze: si adatta a qualunque terreno (meglio se fertile e fresco) purché sia ben drenato. Le radici, infatti, devono essere libere di esplorare il terreno, cosa impossibile se è troppo compatto o se tende ai ristagni idrici. Al momento dell’impianto bisogna installare un robusto tutore, da eliminare dopo il terzo anno dall’impianto. Innaffiate molto nel primo anno dopo la messa a dimora per favorire una corretta radicazione in profondità. La concimazione è necessaria per ottenere una buona fioritura: utilizzate letame maturo in autunno e un po’ di concime granulare ad alto tenore di potassio a lenta cessione in primavera.

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA