Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
gli ortaggi
Gi
Spinaci e bietole, salute in foglia
Inviato da Redazione GI il 01-02-2017 13:09
Spinach apertura

Spinaci e bietole appartengono alla famiglia delle Chenopodiacee, della quale fa parte anche la barbabietola da zucchero. Gli spinaci sono piante annuali, di cui si consumano le foglie. Le bietole possono essere sia da costa (anche note come ‘coste’), delle quali si consumano sia le foglie sia i grossi gambi bianchi e carnosi, sia da foglia (anche note come ‘biete’ o ‘erbette’), di cui si mangiano le foglie dal sapore delicato.

Gli spinaci si raccolgono quando le foglie sono giovani e tenere e, nei paesi a clima mediterraneo, sono una verdura tipicamente invernale, presente sul mercato nelle stagioni fresche, dall'autunno alla primavera. Accanto alle cultivar autunno-invernali, adatte alla coltivazione in condizioni di giorno corto, vigorose e resistenti al freddo, da seminare tra agosto e ottobre per raccolti invernali, ci sono tuttavia anche cultivar estive, che si seminano in primavera con giorno lungo, perché lente a montare a seme.

Le varietà più diffuse sono il Gigante d'inverno (foglie grandi, spesse e bollose, si presta al raccolto autunno-invernale ma anche in febbraio-marzo); il Virofly (vecchia varietà adatta all’orto familiare, con foglie molto grandi e tenere); il Riccio di Castelnuovo (foglie tonde e spesse), il Merlo nero (foglie piccole e carnose, cespo eretto; lento a montare a seme); il Viking (foglie enormi, si può seminare in ogni mese dell’anno).

Un pieno di minerali
Ricchi di rame, fosforo, zinco, calcio, potassio, gli spinaci sono un rimineralizzante di grande valore. Contengono molta clorofilla, indispensabile per fissare calcio, fosforo e magnesio nella struttura ossea. Del ferro si è già detto: con 3,4 mg ogni 100 g, gli spinaci ne contengono un buon livello, ma utilizzabile solo in parte dal nostro organismo perché viene trattenuto sotto forma di un sale. L'alto contenuto in acido folico fa di questo ortaggio un alimento utile per dare vitalità al sistema immunitario e per incrementare i globuli rossi.

La cellulosa conferisce loro proprietà depurative e leggermente lassative.
Sono inoltre una preziosa fonte di vitamine, in particolare A e C, ma anche B, E, K, PP, benefiche per la pelle e la vista. Nei gambi delle coste, inoltre, sono presenti alcuni aminoacidi utili per la salute dei capelli. Sono verdure consigliate in tutte le diete ipocaloriche perché forniscono poche calorie (19 kcal ogni 100 g) a fronte di un’importante azione antianemica, tonificante e cardiotonica: forse, quindi, tutto sommato, Braccio di Ferro aveva davvero la sua fonte di forza nel famoso barattolo di spinaci!

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA