Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
progettazione giardini
Gi
Il giardino dei bambini
Inviato da Redazione GI il 27-01-2010 03:34
Apertura bambini

Situato su di una collina a ridosso di una strada molto trafficata, il giardino della nostra villa è delimitato da un’ampia scarpata, consolidata con terre rinforzate dette anche “muro verde” (strutture che fungono sia da contenimento del terreno, sia da barriera fonoassorbente contro i rumori del traffico). Il progetto prevede di ricoprire il “muro verde” con un filare di Carpinus betulus e piante tipoRhyncospermum jasminoides ed Hedera, che creano un “pronto effetto” molto naturale e fiorito, già dopo due mesi dalla messa a dimora. Avendo cinque bambini, i proprietari desideravano mantenere un grande spazio aperto da dedicare al gioco. Le essenze arboree sono state quindi disposte lungo il perimetro del giardino lasciando ampi spazi a prato. Querce, Aceri, Prunus, Cipressi e Koelreuteria arredano il giardino con numerose tonalità di verde e fioriture. Nel prato sono stati sistemati percorsi realizzati con dischi di tronco appoggiati su uno strato di sabbia, una soluzione naturale e di grande effetto.

Per il divertimento dei bambini, è stato ideato un labirinto, realizzato con piante a portamento basso, come il Buxus rotundifolia “Faulkner”. Inoltre, sul lato nord vicino al porticato che accompagna l’entrata nell’abitazione, è stata prevista una zona pavimentata per i giochi, fiancheggiata da due cespugli di Lagerstroemia e un “Giardino Giapponese” realizzato con piante di bambù su una base di ciottoli di marmorino bianco. Il bambù è una pianta capace di dare un tocco di eleganza ad ogni giardino. A dispetto del suo aspetto slanciato e delicato è invece assai robusta e può diventare infestante. Il suo fascino non è dovuto unicamente all’aspetto dei fusti (culmi) e delle foglie, ma anche alla sua caratteristica di essere una pianta musicale. Basta, infatti, un lieve soffio di vento perché le piccole foglie inizino a frusciare producendo un suono piacevole e rilassante e se il vento è un po’ più intenso la leggera percussione dei fusti cha si urtano tra loro imita il suono di tante “campane a vento”. Peculiarità che rende il bambù una pianta capace di stimolare l’osservazione e la fantasia dei bambini, che possono aggirarsi nel boschetto simulando la giungla, passando furtivi con passi fruscianti sullo strato di foglie secche che si accumula sul terreno. Progetto di Elisa Vannacci, Paesaggista

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA