Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
Tibiletti
Troppo caldo, povere piante!
Inviato da Elena Tibiletti il 08-04-2011 01:00
Pic_119

Questa sera il termometro segna ben 22 °C: per essere all'inizio di aprile è un valore decisamente elevato. Nell'arco di una settimana questo calore ha fatto sfiorire in soli 7 giorni le forsizie, mentre i giacinti, i narcisi e i muscari sono stati "arrostiti" dai raggi cocenti del sole e i Prunus da fiore hanno regalato le loro nuvole rosa o bianche per meno di una settimana.

Sempre in 7 giorni il glicine e l'albero di Giuda sono usciti dal letargo invernale e hanno fiorito: se le temperature rimangono ancora così elevate, ci godremo lo spettacolo ancora per una settimana, non di più, dopo aver atteso questi momenti per un intero anno.

A noi umani fa piacere beneficiare di questa inaspettata "estate" in anticipo, e ci sembra che anche le piante ne siano felici. In realtà si tratta di un fenomeno estremamente pericoloso perché sopraggiunto in una fase delicatissima: quella della ripresa vegetativa.

In questa fase le piante sono in iperattività, tese a emettere le foglie o a fiorire: necessitano quindi di acqua e di concime in buone quantità. Se la temperatura rimane, come di norma, mediamente fresca, la richiesta d'acqua sarà buona ma non eccessiva. In questi giorni però, le alte temperature portano a una richiesta esagerata d'acqua, perché non si stratta solo di soddisfare le normali esigenze di mantenimento, ma quelle legate alla ripresa e a funzioni vitali come la fioritura.

Se le piante sono affidate alle cure umane, bisogna seguirle con attenzione, fornendo più acqua del normale ma senza annegarle: in questo periodo, meglio poca acqua tutti i giorni piuttosto che tanta ogni 4-5 giorni.

Se invece le piante sono spontanee o in giardini pubblici, dove non ricevono irrigazione, aspettiamoci, se le temperature si manterranno elevate ancora per una settimana, di vedere molte piante seccarsi subito dopo aver emesso le foglie e anche fiorito: avranno consumato troppo senza ricevere un adeguato rifornimento.

Tag:
CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA