Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
piante da appartamento
Gi
Piante da balcone: la pratolina, un'esplosione di delicati capolini dal fascino discreto e campestre
Inviato da Redazione GI il 28-03-2011 18:29
Screen_shot_2011-03-28_at_16.22.37

Le numerose varietà oggi commercializzate mostrano un'ampia varietà di forme e colori che le distingue dalla pratolina selvatica, che cresce abbondante nei campi e nei prati di città e che non è commercializzata. Le cultivar coltivate hanno decorativi capolini di forma sferica, doppi, semplici, a pompon, a bottone, di colore rosa, bianco, rosso o porpora.

Come coltivarla
In fiore generalmente da marzo a giugno, le pratoline amano le posizioni soleggiate, ma fioriscono senza problemi anche in mezz’ombra, in comune terriccio universale. Resistentissime, non temono il freddo, anche se gradiscono una protezione al piede d'inverno. Mentre la margheritina selvatica si accontenta delle piogge, le cultivar da vaso necessitano di annaffiature regolari, abbondanti quando la temperatura è elevata, attendendo che il terreno si asciughi tra un’annaffiatura e l’altra.

Note e curiosità
*La pratolina è utilizzata in cucina in insalate, minestre, risotti.
*La margheritina vanta proprietà officinali: negli infusi è rinfrescante, diuretica, antinfiammatoria. (per approfondire rimandiamo a: Pratolina, stop alle piccole infiammazioni)
*Le tradizioni popolari la legano a speranze di amore. Il gesto di sfogliarla per scoprire se "M'ama, non m'ama" ha radici antiche: nel Medioevo le dame rendevano pubblico il legame con un cavaliere ornando il suo scudo con due margherite.

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA