Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
calendario lunare
Gi
Giardini e clima: i lavori di marzo in montagna e al mare
Inviato da Redazione GI il 16-03-2011 15:23
Schermata_2011-03-16_a_13.18.34

Monti e clima rigido
1 Dove il terreno è già morbido si possono effettuare le piantagioni; se sono previste gelate, meglio rimandare di qualche settimana.

2 Una gelata marzolina può rovinare le gemme delle piante da frutto; proteggete le più delicate, come peschi e albicocchi, con una pacciamatura di paglia distribuita intorno al tronco degli alberi; va lasciata fino ad aprile.

3 Seminate ora i Delphinium che chiedono terreno fresco non calcareo e un tutore (sono fiori con lo stelo molto alto). Piantatene 4 o 5 esemplari a 40 cm di distanza: è una specie che si apprezza meglio in gruppi di più esemplari.

Mare e clima mite

1 Piantate bulbi e tuberi estivi come dalie, gladioli, canne d'India e gigli, in terreno sabbioso e soleggiato, ma ricordate che avranno bisogno di irrigazioni regolari.

2 Nei climi caldi la vegetazione è ormai attiva: concimate con un prodotto organico che aiuterà il terreno a mantenersi fresco e nutritivo.

3 Piantate siepi per proteggere il giardino dal vento salmastro; questa scelta è consigliabile anche per riparare i terrazzi e consentire la coltivazione di annuali che non resisterebbero all'azione delle brezze calde e cariche di sale. Prevedete buche di piantagione ben profonde e arricchite di nutrimento (humus, terriccio da compost, in vaso optate per contenitori anche stretti ma profondi, e ancorate i nuovi esemplari a tutori oppure a robuste reti metalliche.

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA