Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
Itinerari Verdi
People
I giardini del Gran Paradiso
Inviato da Nicola il 20-07-2018 12:08
Lago_rosset_eriofori_al_colle_del_nivolet_e_vista_sul_massiccio_del_gran_paradiso__03418_100_0013_ff723a4c

Ha riaperto da pochi giorni Paradisia, il giardino alpino fondato nell’estate del 1955 in una piccola frazione di Cogne che, nei suoi 10.000 metri quadrati di conche e avvallamenti  incorniciati dal massiccio del Gran Paradiso, ospita più di 1.000 specie di piante e fiori di Alpi e Appennini, numerosi esemplari di  piante officinali, esempi della flora di altri gruppi montuosi di tutto il mondo e di varie specie vegetali che vivono negli ambienti più diversi, come le zone umide, le morene, i detriti calcarei, ricostruiti qui affinché tutti potessero ammirarli.
Nell’angolo dei fiori più colorati si trova il Giardino delle Farfalle, un’area dove centinaia di lepidotteri si riuniscono per danzare leggeri nell’aria, attratti dalle particolari specie di fiori.
Ogni estate il giardino organizza laboratori tematici come incontri con l’entomologo, workshop di acquerello, stage di fotografia e attività pratiche adatte anche ai più piccoli come i percorsi a piedi nudi (barefoot) e interessanti animazioni per osservare e conoscere la natura da un nuovo punto di vista.

Sull’altro versante del Parco, e più precisamente in Val Soana, si trova invece il Centro visitatori L’Uomo e i coltivi, inaugurato lo scorso anno: qui i visitatori possono conoscere gli aspetti agricolo-paesaggistici che caratterizzano il territorio, le produzioni agricole tradizionali, le tecniche antiche e anche quelle contemporanee, imparando a decifrare il ruolo che l’uomo riveste nel processo di utilizzo dell’ambiente naturale.
Anche in questo modernissimo Centro Visitatori, realizzato con materiali e pratiche a basso impatto ambientale, ospita per tutta l’estate incontri e laboratori per conoscere le erbe spontanee, i cereali antichi, la canapa e i loro utilizzi.

 

Ecco tutti glie eventi estivi da non perdere:


21 luglio - Scoprire i fiori con il segno pittorico del viaggio
Laboratorio con il disegnatore naturalistico Gianni Tamiozzo. Un'occasione per grandi e piccoli di cimentarsi con schizzi a matita e giochi d'acquarello per raccontare la natura del Giardino Alpino. Max 10 persone. Prenotazione obbligatoria entro le ore 18 del giorno precedente.


28 luglio - L'uso delle piante spontanee commestibili: una tradizione antica
Incontro con Marta Ferrero, forestale e autrice del libro “Andar per erbe”. Introduzione alle erbe spontanee presenti nel Giardino e al loro utilizzo a scopo alimentare.

4 agosto - Grazie insetti
Incontro con l'entomologa Eleonora Rossi. L'importanza degli insetti nell'impollinazione delle specie vegetali: colori e profumi dei fiori, giardino delle farfalle, impollinazione anemofila e impollinazione entomofila.


11 e 25 agosto - Dall'Africa a Paradisia
Incontro con il geologo Marco Vagliasindi. Breve cenno alla geologia di Cogne e del Parco partendo dal percorso geologico esistente nel Giardino con esempi sulla differenza delle specie vegetali e di licheni sui diversi substrati litologici.


18 agosto - Macro che passione!
Stage con il fotografo Michele Vacchiano. Alla scoperta dei segreti della macrofotografia e del mondo affascinante e misterioso degli insetti, tra colori e forme che solo una visione ravvicinata può esaltare.


1° settembre - a natura con i sensi: un'esperienza di barefooting
Incontro con la biologa Ivana Grimod. Togliamoci le scarpe e proviamo a percorrere a piedi nudi i vialetti del Giardino Botanico per riscoprire il contatto diretto con la terra e avvicinarsi con i sensi ai fiori del Giardino.


27 luglio - Le api e il miele
Animazione per bambini - dalle 14.30 alle 16.00

Tag: natura | fiori | piemonte | parco | fauna | green |
CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA