Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
Itinerari Verdi
People
Giardino di Pojega
Inviato da Nicola il 10-07-2018 11:38
Cover_83321849

Su progetto dell’architetto Filippo Messedaglia, che fonde ibridamente barocco e Rinascimento, l’attuale
Villa Rizzardi a Pojega di Negrar fu costruita tra il 1868 e il 1879 in luogo di quella preesistente. Oggi Villa
Rizzardi ospita incontri, eventi, mostre e cerimonie private. L’importanza del complesso è determinata dal
giardino che si estende per circa 54 mila metri quadri, commissionato da Antonio Rizzardi (1742-1808)
all’architetto Luigi Trezza (1752-1823), esponente dell’architettura neoclassica veneta, e realizzato tra il 1783 e 1796. Di ispirazione umanistica, unita a un grande senso della scenografia e del paesaggio, un trionfo della prospettiva, il Giardino di Pojega riesce a conciliare il giardino all’italiana, spettacolare e formale, con il giardino romantico, nato per ricreare un sofisticato ambiente naturale. La visita al giardino e al suo spettacolare teatro di verzura si completa con la degustazione dei vini aziendali nel rinnovato wine shop ricavato nei locali rustici degli annessi.

Giunto sino a noi quasi integro e in soddisfacenti condizioni di conservazione, il giardino a Pojega di Negrar è ricco di varietà botaniche e rappresenta una delle ultime grandi realizzazioni venete organizzate sul modello formale all’italiana:  tuttavia, non senza qualche concessione a quel gusto ‘pittoresco’ che le nuove istanze romantiche, proprio in quegli anni, andavano imponendo. Un’impresa, dunque, sorprendentemente vicina, come vedremo, agli indirizzi e alle teorizzazioni espresse nel 1792 da Ippolito Pindemonte nelle sue Dissertazioni sui giardini inglesi.

 

Orari di apertura
Da Aprile ad Ottobre
da lunedì a venerdì dalle 10.00 alle 17.30
Sabato e domenica su prenotazione

 

Prezzi:

Biglietto intero adulto € 7,50

Biglietto ridotto € 6,00 (studenti, bambini, anziani e disabili, gruppi superirori alle 15 persone)

Supplemento fisso per la guida € 50,00 (La visita dura circa un’ora)



Maggiori informazioni QUÌ

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA