Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
Itinerari Verdi
People
Keukenof: il parco dei tulipani
Inviato da Alessandra il 23-02-2018 14:48
Parco_tulipani.jpg_2_e9afefc3

Il parco di Keukenhof, il più famoso giardino olandese, sta diventando sempre più un palcoscenico internazionale delle floricoltura dei paesi bassi, con un focus speciale sui bulbi da fiore. Occupa un’area di 32 ettari dove ogni anno fioriscono più di 7 milioni di fiori da bulbo tra cui tulipani (oltre a 800 varietà), narcisi, giacinti e altri. Oltre alla ricchissima quantità di fiori, il parco accoglie anche 2700 alberi. 

La storia del parco

Dedicato in origine esclusivamente ai bulbi da fiore, il Keukenhof è un parco storico concepito nel 1857 da Zocher, che si ispirò ai giardini all’inglese. Ma qual è la storia di questo giardino? La contessa Jacoba van Beierenè nel XV secolo era proprietaria del terreno dove attualmente sorge il parco. Allora il territorio era dominato dalla natura incontaminata, in cui si praticavano la caccia e la raccolta di prodotti della terra destinati alle cucine del castello. Il parco Keukenhof (cortile della cucina) deve il suo nome proprio a questa antica funzione. Dopo una vita piuttosto turbolenta, la contessa dovette rinunciare alle sue contee; il terreno divenne proprietà di ricchi commercianti, tra cui il barone e la baronessa Van Pallandt. Questi chiesero al paesaggista Zocher, che già avevano realizzato dei progetti per Vondelpark e per i giardini del Paleis Soestdijk, di sviluppare un piano per il giardino che riconduceva il castello.

Il giardino oggi

All’interno del parco oggi si possono ammirare, oltre ai numerosi esemplari floreali, anche piante e prodotti vivaistici. Il Keukenhof offre un’ampia gamma di suggerimenti per il giardinaggio e per l’integrazione del verde anche negli interni, dove i fiori giocano da sempre un ruolo importante. Il visitatore può trovare all’interno del parco esempi di giardino all’inglese, fino ad arrivare ai giardini in stile giapponese. L’area contemporanea Spring Meadow propone prospettive sorprendenti e paesaggi emozionanti, portando in primo piano il meglio degli alberi più antichi. Nel Natural Garden, arbusti e piante perenni sono sapientemente accostati a meravigliosi esemplari floreali. L’Historic Garden invece, ospita antiche varietà di tulipano, raccontando il lungo viaggio di questo fiore prima del suo insediamento in Olanda. Il parco ha pensato anche ai bambini: al suo interno si trovano un labirinto, un parco giochi e un piccolo zoo. Una caccia al tesoro poi, li accompagna nei luoghi più incantevoli del Keukenhof. Il Keukenhof presenta anche un giardino dedicato alla scultura, nel quale diversi artisti hanno la possibilità di esporre circa un centinaio di opere.

Le esposizioni floreali

I padiglioni del Keukenhof sono caratterizzati da una selezione di ben 20 tipologie di esposizioni floreali, permettendo agli espositori di far conoscere una vasta gamma di fiori e piante dalle più varie forme e di diversi colori, tutti di straordinaria qualità. Una giuria di esperti decreterà il fiore migliore per ogni categoria, sottoponendo i prodotti anche al giudizio dei consumatori. Da diversi anni, il Keukenhof dedica il Padiglione della Regina Beatrice alle orchidee, offrendo la migliore esposizione in Europa nel suo genere. Altra attrazione molto apprezzata è la mostra dedicata al giglio nel Padiglione Willem-Alexander. Sulla sua superficie di 6.000 metri quadrati, i visitatori possono ammirare circa 15.000 gigli in oltre 300 varietà. Il Padiglione Orange-Nassau è dedicato invece ai fiori nell’arredamento di interni, e mostra come i bulbi possano integrarsi perfettamente nei più svariati stili di interior design, dal classico al moderno. Molti esperti daranno dimostrazioni pratiche di come i fiori si possono combinare in sorprendenti e originali bouquet.

Ogni anno un tema nuovo

Il Keukenhof è nato da un’iniziativa di dieci coltivatori/espositori che risposero all’invito dell’allora sindaco di Lisse a creare una vetrina per i professionisti del settore floricolo. Nel 1949 scelsero quindi una location ideale: il giardino del castello di Keukenhof. L’unione di fiori di diverso genere, ma soprattutto di diverse sfumature, genera la nascita di bellissimi disegni e giochi di colore. Grazie a queste sue caratteristiche Keukenhof ha vinto anche nel 2016 il premio come più bel parco primaverile al mondo. Ogni anno, trenta floricoltori piantano i propri bulbi in aree del parco prestabilite. Al termine della stagione, i bulbi vengono dissotterrati per dare inizio ad un nuovo ciclo di fioritura. Per dare al Keukenhof un volto sempre nuovo, poi, il design del parco viene rielaborato ogni anno. I bulbi sono selezionati con cura, per permettere ai visitatori di ammirarli in piena fioritura durante il periodo di apertura. I sette milioni di bulbi provengono da centinaia di fornitori che non possono desiderare un palcoscenico migliore per esporre i propri prodotti. 

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA