Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
curare il giardino
Gi
Piante da siepe: consigli per una corretta manutenzione
Inviato da Redazione GI il 24-02-2011 15:08
Schermata_2011-02-24_a_12.58.40

Sono molte le piante da siepe (un'ottima scelta è il carpino, per il cui approfondimento rimandiamo a Siepi da giardino: Carpinus betulus), ma per tutte valgono alcuni accorgimenti fondamentali.

La salute di una siepe e il suo vigore vegetativo hanno infatti le loro basi in un corretto impianto e in un’attenta manutenzione nei primi anni, a cui seguirà, nel tempo, un programma di interventi annuali. La potatura fa parte di questi lavori indispensabili, ma altrettanto fondamentale è un’irrigazione costante e abbondante nei primi anni, effettuata preferibilmente attraverso tubi porosi o microirrigatori, il cui scopo è quello di mantenere il terreno fresco e sciolto. La pacciamatura (copertura del suolo con corteccia tritata o altri materiali) contribuisce a proteggere le radici dal caldo, dall’aridità e dai geli, ma anche dallo sviluppo delle infestanti, concorrenti nell’assorbire nutrimento e difficili da eliminare una volta che si sono installate, non potendo ovviamente ricorrere ai diserbanti che danneggerebbero anche la stessa siepe.

La potatura nelle fasi giovanili mira a creare piante solide, ben ancorate al suolo e con una ramatura strutturata e ordinata. Ciò vale sia per le siepi formali (cioè con sagoma geometrica) che per le bordure informali. Le prime sono generalmente sempreverdi, formate da conifere o pian te persistenti qua li bosso e lauroceraso. Ma nulla vieta di pensare a siepi formali di specie decidue, create con carpino, faggio e biancospino.

Per conoscere quali sono gli accorgimenti fondamentali per la potatura delle piante da siepe e il modo migliore per formare un arco, rimandiamo a Potatura siepi: le sei regole fondamentali

 

Ecco il nostro video tutorial su come potare una siepe:

CRESCIAMO INSIEME
CERCA NEL PORTALE
LA RIVISTA